Perché camminare a piedi nudi fa bene

Camminare a piedi nudi fa bene? Oppure fa male? Quante volte ti sei fatto questa domanda? Proviamo a fugare qualche dubbio.

Le scarpe, inventate nel corso della storia, servivano prima per proteggere i piedi da tagli ed avere un maggior comfort nel camminare soprattutto su pietre e strade di terra e ciottoli. Ora le scarpe sono di tutti i colori e stili, le più costose sono spesso anche le più scomode. Ci pieghiamo a dolori e scomodità pur di apparire, per poi arrivare a casa, toglierci le scarpe e cominciare a respirare tranquilli, farci un massaggio ai piedi e rilassarci. I muscoli dei piedi, abituati alle scarpe perdono forza e flessibilità. Questo causa spesso problemi posturali, mal di schiena, dolori alle ginocchia e così via.

Camminare a piedi nudi rafforza caviglie, piedi e dita per riportare miglior equilibrio e stabilità nel corpo

Se ancora non hai provato a camminare a piedi nudi all’aria aperta o non ne capisci il motivo, prova a pensare ad una passeggiata sensoriale, dove i centri ricettivi dei piedi si attivano costantemente dandoti allerta e presenza, insieme ad un massaggio naturale. Una riflessologia naturale per un massaggio ai piedi e a tutto il corpo riequilibrandone il sistema fisico ed energetico.

I piedi sono il nostro contatto con la terra e se questo contatto è scomodo tutto diventa scomodo. Se questo contatto è difficile e con poco equilibrio, anche la vita lo sarà. Madre Terra che è sotto di noi ci sta offrendo tutto il sostegno di cui avere bisogno e a volte la cosa migliore semplicemente è ascoltare. Quando si comincia a vivere troppo ‘’di testa’’, quando si sta troppo con la testa fra le nuvole, quando si comincia a sognare ad occhi aperti dimenticandosi della realtà, la soluzione migliore per ritornare con i piedi in terra è, appunto, mettere i piedi a contatto con la terra.

Camminare a piedi nudi nel prato, dentro casa, sulla spiaggia, ci fanno sentire connessi con noi stessi ed il mondo. Quando c’è qualcosa che frulla in testa, la cosa migliore è sempre la stessa, staccare la spina superiore ed attaccare quella inferiore. Abbiamo perso la connessione con madre terra per il nostro modo di vivere moderno.

Camminare a piedi nudi regala più benefici di quanto puoi immaginare

C’è una relazione tra il nostro corpo e gli elettroni della terra. Il pianeta ha una sua carica energetica naturale ed è scientificamente provato che funzioniamo meglio quando il contatto tra noi ed essa è diretto.

  • I piedi a contatto con la terra ricevono lo stesso nutrimento delle piante per crescere, svilupparsi e brillare
  • Aiuta a relazionarsi con il momento presente
  • Togliere le scarpe e liberare i piedi aiuta a liberare il corpo e la mente da restrizioni ed aiuta a sentirsi liberi di esplorare e respirare meglio.
  • Mette a contatto con la natura.
  • Si può considerare un esercizio fisico con tutti i benefici che ne derivano
  • Aiuta a dormire meglio
  • Migliora l’equilibrio e la ostura
  • Sviluppa e migliora i sensi
  • Diminuisce ansia e stress migliorando e rinforzando il sistema nervoso
  • Allevia tensioni muscolari, infiammazioni, dolori mestruali e mal di testa funzionando da cavo a terra per l’intero corpo

Negli Stati Uniti hanno addirittura dato un nome a questa attività, si chiama Earthing e significa connettersi alla terra

Ed è proprio questo che succede, il nostro cavo a terra fondamentale affinché non ci siano tilt o malfunzionamenti dell’intero sistema per funzionare bene e non perdere energia verso l’alto è proprio questo, l’unione dei piedi nudi a contatto diretto con l’energia terrestre.

L’arte di camminare a piedi nudi è un regalo alla salute. Attacare la spina alla corrente per ricaricare l’organismo è esattamente quello che succede quando i piedi trovano il contatto con la terra. Attraverso i piedi assorbiamo l’energia della terra ricaricando corpo e spirito.

Lascia un commento