Puntura di cimice del letto: come riconoscerla e curarla

Punture di cimice del letto
Come poter individuare correttamente le punture di cimice del letto.

La puntura di cimice del letto è, purtroppo, tra i primi segnali che indicano che il letto in cui si è dormito può essere infestato da questi  fastidiosi insetti.

Purtroppo, però, non sempre è facile cercare di distinguere la puntura di cimice del letto dalla puntura di altri insetti.

Insomma: come si fa a capire che si tratta di una puntura di cimice del letto, e non di una puntura di un altro insetto?

Identificare la puntura di cimice del letto

In una primissima fase potrebbe essere piuttosto complesso identificare la puntura di cimice del letto, considerando che il nostro corpo tende a reagire in maniera diversa.

In altri termini, alcune persone potrebbero non rendersi conto dell’infestazione da cimici di letto per il semplice motivo che non avverto sintomi come il prurito. Successivamente, inoltre, si tende a confondere la puntura della cimice con la puntura di altri insetti.

Insomma: quando sorge il “sospetto” di essere stati punti dalle cimici, è troppo tardi per poter intervenire con rimedi “soft”.

Ad ogni modo, per poter identificare correttamente le punture di cimici dei letti è fondamentale conoscerne la forma e la frequenza (puoi dare uno sguardo a Cimici dei letti: conoscerle per eliminarle): è ad esempio improbabile che le punture siano talmente fastidiose da svegliare la vittima (come invece avviene con le zanzare), ed è molto probabile che le punture si concentrino nelle zone scoperte dal pigiama, nelle parti in prossimità dei vasi sanguigni vicini alla pelle.

La cimice ha inoltre l’abitudine di pungere più volte sulla stessa zona, con la conseguenza che più punture su diverse zone saranno una spia della presenza di più cimici.

Punture di cimice del letto
Le punture di cimice del letto devono essere fonte di preoccupazione?

Aspetto punture di cimice del letto

Ma quale aspetto hanno le punture delle cimici dei letti?

Le punture sono generalmente dei piccoli rigonfiamenti piatti o in rilievo sulla pelle, con arrossamento, gonfiore e prurito.

Considerato che – come abbiamo già rammentato – la cimice ha l’abitudine di pungere più volte, è bene aspettarsi che le punture siano numerose, nella stessa area.

Solo una piccola percentuale di persone ha una reazione grave alle punture delle cimici, fino a sviluppare un eritema cutaneo.

Posizione delle punture di cimice di letto

Per quanto concerne la posizione delle punture di cimice di letto, tali possono verificarsi in ogni parte del corpo, anche se spesso gli insetti puntano a collo, mani, braccia e gambe.

Le punture sono posizionate di solito in linee rette, contrariamente alle zanzare, che invece tendono a comparire casualmente in un’area qualsiasi.

Le punture spesso si verificano di notte, durante il sonno, e avvengono in maniera così lieve che solo raramente svegliano l’ospite. Il segreto di ciò? Non tutti sanno che le cimici dei letti iniettano un anestetico mentre prelevano il sangue umano, diventando pertanto molto delicate nella loro opera.

Come trovare i segni delle cimici dei letti

Se si sono notate alcune punture “sospette” sulla propria pelle, tali da far sospettare che possano esservi delle cimici sul letto, è meglio agire tempestivamente e andare a caccia di questi insetti.

Meglio insomma cercare i segni delle cimici dei letti per poter dormire sonni tranquilli, andando a rintracciare quelle “spie” che potrebbero rendere chiara la loro presenza.

Come diverse volte abbiamo rammentato su queste pagine, in caso di sospetto di puntura della cimice del letto è opportuno controllare la struttura del letto con particolare attenzione, alla ricerca delle fessure nelle quali gli insetti e le loro uova potrebbero nascondersi.

Eventuali piccole macchie scure sulle lenzuola potrebbero costituire un altro segnale chiaro della presenza delle cimici… le loro feci!

Rimedi punture della cimice del letto

Per fortuna, la maggioranza delle persone che subiscono delle punture della cimice di letto non hanno necessità di particolari trattamenti: la loro reazione è infatti molto lieve e passeggera.

Tuttavia, se le punture della cimice di letto creano disagio nella persona, un prurito persistente, o se si trasformano in un’eruzione più grave, si dovrebbe consultare il medico per poter ricevere un trattamento personale.

A sua volta, questo trattamento potrebbe prevedere l’applicazione di una specifica crema sulla pelle interessata dalla puntura delle cimici di letto, oppure l’utilizzo di antistaminici per via orale per alleviare il prurito.

In alcuni casi potrebbero rendersi necessari degli antibiotici, necessari solamente per quelle persone che potrebbero aver sviluppato un’eruzione cutanea con gonfiore, pieno di liquido, che potrebbe infettarsi nell’ipotesi di graffi.

Insomma, come abbiamo avuto modo di riassumere nelle righe  che seguono, le punture delle cimici di letto raramente sono in grado di determinare preoccupazioni. Nonostante ciò, spesso la “vittima” di questa infestazione è colpito da tensione e angoscia, che lo conducono a ingigantire gli effetti di tali punture.

Ovviamente, il fatto che le punture delle cimici siano prive di effetti collaterali per il proprio organismo, non significa che ci si possa dimenticare di questo problema: sottovalutare una presenza delle cimici del letto può infatti condurre a peggiorare l’infestazione, fino a renderla difficile da scongiurare e da debellare con i rimedi tradizionali e casalinghi.

Meglio pertanto agire con tempestività, ispezionano con attenzione l’intera stanza in ogni angolo buio e isolato nel quale potrebbero annidarsi le cimici, come le fessure del battiscopa, fori nel pavimento, angoli della struttura del letto, e così via.

Se non riuscite a individuare l’origine del problema, o se i rimedi di cui abbiamo più volte detto non sono sufficienti per poter debellare tale condizione, è bene domandare l’intervento tecnico di una ditta professionale.

Lascia un commento