Roma: arriva il contratto verde per le case

palazzi roma

Risparmio energetico, riduzione delle emissioni inquinanti, equità delle bollette. Sono questi gli obiettivi essenziali che caratterizzano il nuovo contratto di appalto per la gestione e l’efficientamento energetico del patrimonio immobiliare dell’Ater del Comune di Roma.

Il contratto, firmato dal Direttore generale dell’Ater del Comune di Roma, Claudio Rosi con l’impresa cooperativa CPL Concordia, capogruppo mandataria dell’Associazione Temporanea d’Imprese, ha un marchio ‘verde’ attribuito dalla legislazione nazionale ed internazionale e contribuirà al raggiungimento sia degli obiettivi nazionali sia quelli sanciti dal protocollo di Kyoto.

Cuore del progetto è una rete wireless che permette la telelettura di tutti dei contatori installati sui singoli radiatori. Entro l’avvio della prossima stagione invernale 2014/2015 tutti gli alloggi di proprietà o in gestione all’ATER saranno dotati di questi sistemi di regolazione e contabilizzazione individuale del calore. Il progetto prevede infatti di arrivare all’installazione di quasi centomila contatori. Nel 2003 infatti erano stati realizzati i primi impianti campione per la verifica dei risultati preventivati; nel 2008, visti i consistenti risparmi nell’ordine medio del 15%, ATER ha rilanciato il progetto che con questo contratto giungerà alla copertura totale degli alloggi.

Un’ulteriore novità è costituita dall’introduzione formale dei Certificati Bianchi, noti anche come “Titoli di Efficienza Energetica” (TEE), ovvero titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi energetici negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento di efficienza energetica. L’ATER comparteciperà ai proventi della vendita di questi titoli nella misura che va da un minimo del 50% ad un massimo dell’80%. Anche grazie a questo tipo di incentivo potranno essere messi in atto tutti gli investimenti previsti per il miglioramento della qualità energetica di edifici e impianti.

In sintesi, il progetto tecnico offerto da CPL CONCORDIA prevede, oltre alla completa fornitura del servizio di riscaldamento,l’esecuzione di un piano di adeguamento normativo e riqualificazione energetica del valore complessivo di circa 18 milioni di Euro, per un risparmio complessivo annuo, a regime, di circa 2.000 tonnellate di CO2 in termini di emissioni inquinanti evitate.

“Con l’avvio di questo contratto” ha dichiarato il Direttore generale Claudio Rosi “intendiamo dare un segno tangibile di un rinnovato impegno nella gestione del nostro patrimonio immobiliare coniugando interventi di efficientamento energetico, tutela ambientale ed effettiva equità dei pagamenti da parte degli inquilini per i servizi ricevuti. Siamo convinti che, attraverso le tecnologie e l’informazione promosse da questo progetto, le buone pratiche quotidiane per ridurre sprechi e inquinamento alleggeriranno anche le spese delle famiglie”.

Lascia un commento