Termostato per ambiente, a cosa serve

Termostato per ambiente
Che cos’è il termostato per ambiente e a che cosa serve.

Il termostato per ambiente è un accessorio molto importante per poter migliorare il comfort abitativo, visto che – integrato con il proprio impianto di riscaldamento – consente di ottimizzare l’energia impiegata per potersi dotare di tutte le più ampie comodità durante la stagione invernale, e non solo.

Contrariamente a quanto si possa ritenere, infatti, disporre di una caldaia sufficientemente potente e di un impianto di riscaldamento non è sufficiente. Per potersi garantire le migliori efficienze in questo ambito, diviene fondamentale disporre di un termostato per ambiente, un accessorio che non solamente permette di stabilire la temperatura desiderata per la propria abitazione, ma può anche aiutarti a risparmiare molta energia, abbassando dunque il costo in bolletta.

A cosa serve il termostato per ambiente

Dalle righe che sopra abbiamo voluto condividere con te dovrebbe essere chiaro quale sia lo scopo del termostato per ambiente: consentire all’impianto di riscaldamento di poter raggiungere e mantenere la temperatura desiderata per la propria abitazione. E, così facendo, contenere gli sprechi di energia, con alleggerimento della bolletta energetica.

Peraltro, il termostato ambientale, contrariamente a quanto pensano in molti, non solamente può sprigionare tutta la propria utilità in inverno, ma può essere un valido strumento di sostegno anche per l’imminente estate, visto e considerato che ti permetterà di mantenere la casa fresca negli orari che imposterai.

Miglior termostato per ambiente

Introdotto quanto sopra, noterai ben presto che sul mercato esistono diverse tipologie di termostato per ambiente, e che scegliere il miglior termostato per ambiente non è sempre facile.

Ad ogni modo, questo non significa che non possiamo ipotizzare alcuni elementi che dovrebbero essere necessariamente presenti nel tuo termostato ambientale per poterti dare i migliori risultati prestazionali!

In primo luogo, per quanto ovvio e oramai presente in tutti i modelli in commercio, è essenziale che il termostato per ambiente sia programmabile, ovvero possa essere in grado di accendere di spegnere la caldaia all’ora preferita. In questo modo potrai fare in modo di avviare la caldaia anche quando non sei in casa: automaticamente, il termostato penserà a tutto, lanciando il funzionamento dell’impianto di riscaldamento / raffreddamento anche quando magari sei ancora in ufficio, permettendoti così di trovare, al tuo ritorno, la casa sufficientemente calda o fresca.

In secondo luogo, ti consigliamo di acquistare e installare un termostato per ambiente wi-fi. In questo modo, potrai controllare la caldaia anche a distanza, con l’uso di un semplice smartphone, gestendo il tuo impianto in maniera davvero flessibile e semplice.

Diverso da quanto sopra è il cronotermostato. Se non ne hai mai sentito parlare, sappi che si tratta semplicemente di un termostato per ambiente che rispetto al modello tradizionale aggiunge l’opzione di programmazione non solamente dell’ora di accensione o di spegnimento della caldaia, quanto anche dei giorni. Insomma, si tratta di un termostato che ha integrato un vero e proprio calendario che ti permetterà di impostare giorni e orari di funzionamento dell’impianto di riscaldamento in modo ancora più personalizzato.

Puoi inoltre chiedere al termostato di funzionare solo in caso di necessità: il termostato, infatti, monitorerà in maniera puntuale l’evoluzione della temperatura presente nelle stanze, accendendo e spegnendo il riscaldamento solamente nel momento in cui la temperatura scende o sale sotto o sopra i livelli desiderati.

Termostato per ambiente
Come scegliere il miglior termostato per ambiente.

Costo termostato per ambiente

Ma quanto costa un termostato per ambiente, avente magari le caratteristiche di cui sopra?

Naturalmente, i prezzi dipendono in primo luogo dalla tipologia dello stesso termostato, dalle funzionalità che propone, dalla manodopera del tecnico specializzato che si occuperà dell’installazione. A meno che, naturalmente, tu non sia sufficientemente esperto da compiere un’installazione autonoma del termostato: in questo caso, potrai risparmiare sugli oneri di manodopera.

Chiarito quanto precede, generalmente un termostato per ambiente digitale, con funzionalità base, può costare intorno a 40-50 euro. Il termostato per ambiente programmabile costa invece un po’ di più, considerato che quello di nuova generazione ha un prezzo di listino di norma tra gli 80 e i 100 euro.

Costano invece un po’ di più i cronotermostati, ovvero i termostati che, come abbiamo visto, possono avere al proprio interno un calendario e ulteriori funzionalità aggiuntive. In questo caso, per potersene aggiudicare uno di buona qualità, bisogna mettere in conto almeno 150–200 euro.

Speriamo, con queste brevi condivisioni, di averti fornito qualche spunto utile per poter valutare in maniera un po’ più consapevole l’acquisto di un termostato per ambiente. In caso di dubbi e di possibilità, il nostro suggerimento è certamente quello di procedere per l’acquisto di un termostato di nuova generazione e di “categoria” superiore.

Il differenziale di prezzo tra un termostato per ambiente base e un termostato per ambiente con funzionalità “cromo” e con il monitoraggio delle temperature ambientali, non è infatti troppo elevato. Anche in ragione di ciò, val certamente la pena di mettere in conto uno sforzo aggiuntivo iniziale più consistente, per potersi però aggiudicare in casa la titolarità di un termostato che possa realmente migliorare in maniera concreta il comfort domestico.

Lascia un commento