5 benefici psicologici dell’ascoltare musica

Le nuove tecnologie hanno reso l’ascolto della musica più facile che mai. Tuttavia, la musica è molto antica e le ragioni per cui la ascoltiamo sono universali. La musica tocca le parti più sensibili di noi e ha la capacità di riportarci al passato o farci sentire più felici.

Cinque ragioni per cui la musica dovrebbe essere parte della nostra vita

1. Promuove un umore positivo

In uno studio condotto nel 2011 presso l’Università di Tel Aviv, un gruppo di psicologi ha fatto un curioso esperimento proponendo ad alcuni volontari diversi compiti, progettati in modo tale che la gente non potesse completarli correttamente. Come risultato, i partecipanti sperimentarono emozioni negative come la frustrazione e la tristezza. In seguito questi ricercatori fecero in modo che la metà delle persone ascoltassero musica mentre l’altra metà semplicemente aspettava in silenzio. Così è stato osservato che coloro che avevano ascoltato musica mostravano emozioni più positive ed erano più fiduciosi nel futuro.

2. Facilita le relazioni interpersonali

La musica non è solo un tema di conversazione che unisce le persone sconosciute, ma spesso serve anche da colonna sonora di sottofondo per facilitare la connessione emotiva. Infatti, nel 2010, si realizzò un esperimento molto interessante nel quale i ricercatori dell’Università del della Bretagna del Sud si chiedevano se sarebbe stato possibile aumentare la disponibilità delle donne ad accettare un appuntamento semplicemente usando come sottofondo delle canzoni romantiche. Hanno così scoperto che solo il 28% delle donne che non avevano ascoltato musica accettarono l’appuntamento, mentre questa cifra saliva al 52% tra quelle che avevano sentito una canzone romantica.

3. Esprime la nostra identità

La musica ci aiuta a esprimere ciò che siamo, è un mezzo per comunicare agli altri ciò che ci piace e quello che rappresentiamo. Infatti, sapevate che uno studio condotto presso l’Università del Kentucky ha scoperto che dagli anni ’80 ad oggi i gusti relativi alla musica pop nella popolazione si sono spostati verso il narcisismo? In pratica, si è riscontrato che è aumentato il numero delle canzoni con testi che fanno riferimento a comportamenti antisociali e che riflettono temi egoistici, mentre sono diminuiti i testi che si riferiscono alle emozioni positive e alle interazioni sociali.

4. Aiuta ad affrontare stati d’animo negativi

Quando ci sentiamo tristi, depressi o nostalgici ricorriamo alla musica perché ha un enorme potere catartico. La maggior parte delle persone lo fa inconsciamente, ma i ricercatori hanno scoperto che quando sentiamo una canzone che ci piace il nostro cervello rilascia dopamina, l’ormone del piacere. Utilizzando la tomografia ad emissione di positroni e la risonanza magnetica funzionale si è stati in grado di riscontrare che la dopamina viene rilasciata proprio in quel momento quando proviamo un brivido ascoltando il picco della melodia. Ciò significa che la musica ha davvero un potente effetto regolatore delle nostre emozioni.

5. Combatte la solitudine, l’apatia e la noia

La musica ci diverte, quindi è un ottimo antidoto alla solitudine e alla noia. In effetti, la musica è un mezzo espressivo che ci aiuta a scoprire il mondo, ci aiuta ad essere aperti a nuove esperienze e a connetterci con altre culture in modo meno prevenuto.

Nessun commento.

Lascia un commento