Come il pensiero può farvi ammalare o guarire

cervello

Come il Pensiero può farvi Ammalare o Guarire. Lo racconta nel suo libro “Il cervello anarchico” il professor Enzo Soresi, tisiologo, anatomopatologo, oncologo, già primario del reparto di pneumologia all’Ospedale Niguarda di Milano, oggi settantenne e non più al lavoro in ospedale, ma dedito alla libera professione e ancora allo studio.

Una vita passata a studiare come la mente possa incidere sulla salute, nel bene e nel male, e come a volte certe malattie e soprattutto alcune strane guarigioni dipendano dal cervello di cui, lo ricordiamo, si conosce ancora solo una parte.

Nel suo libro racconta di tanti casi che in un certo senso dimostrano che è appunto la mente il vero punto nevralgico dell’uomo, e probabilmente anche degli altri animali, solo che l’uomo ha in più la consapevolezza di se stesso, della morte, delle malattie, ed è in grado con i suoi comportamenti che derivano da decisioni prese coscientemente, di modificare radicalmente la propria esistenza. Leggere il suo libro è una vera scoperta, fa capire che affrontando la vita nel modo giusto, è possibile anche sperare di godere di un buono stato di salute e quindi di una buna aspettativa di vita.

Casi raccontati nel suo libro

Come si diceva in precedenza, tanti sono i casi raccontati nel suo libro. Tra questi, ad esempio, la storia di un agricoltore sessantenne malato di melanoma metastatico che ha incontrato Madre Teresa di Calcutta la quale gli diede una immaginetta sacra che in qualche modo gli consentì di guarire. La guarigione che il prof. Soresi chiama nel suo libro shock carismatico, è avvenuta grazie al fatto che il contadino in questione aveva avuto un atteggiamento estremamente fideista, cosa che ha scatenato una produzione massiccia di interferoni e interleuchine che hanno attivato gli anticorpi che alla fine hanno avuto ragione del tumore.

Secondo il prof. Soresi, la salute dell’uomo dipende dall’attività congiunta del sistema endocrino, sistema immunitario e sistema nervoso centrale. Il sistema immunitario protegge l’organismo dagli attacchi dei vari agenti patogeni, e si avvale dei linfociti, circa 40 miliardi, i quali quando si attivano producono una serie di ormoni cerebrali che non fanno altro che gestire a loro volta la salute.

Inoltre, l’allenamento del cervello è fondamentale, perché sfrutta un continuo flusso di staminali cerebrali che altrimenti andrebbero perdute, ma non solo, perché per poter vivere a lungo è necessaria anche una moderata attività fisica, la classica camminata veloce, che deve essere praticata per almeno 40 minuti per 4 volte a settimana, così da dare modo all’organismo di rinnovare più facilmente le sue cellule.

In un’altra storia raccontata nel libro si narra di un paziente affetto da asma che era sempre molto preciso nel riferire i sintomi, e che nonostante le continue cure non migliorava, anzi. Dopo tre mesi riferisce di essere guarito grazie all’intervento di una fattucchiera del suo paese che gli aveva tolto il malocchio infilando degli spilloni nel materasso. Ovviamente, osserva il prof. Soresi, dall’asma non si guarisce, per cui in seguito ad un consulto con uno psicologo, si giunse alla conclusione che il paziente era in una sorta di delirio psicotico, per cui da delirante era in perfetta salute, ma quando era una persona normale, soffriva nuovamente d’asma.

Altra paziente altra storia

Una signora di 55 anni, tradizionalista, in Neuroniperfetta salute, che praticamente non aveva mai sofferto di nulla. Un giorno la figlia decide di trasferirsi in Inghilterra dove, per mantenersi, fa la cameriera, cosa che per la madre abituata a ragionare diversamente, rappresenta un fattore di stress emotivo severo.

Pochi giorni di stress ed ecco presentarsi una artrosi alla tibia, di cui non aveva mai avuto alcun segno in precedenza, artrosi che è di fatto esplosa al momento del grave disagio mentale. Alla fine è stato necessario intervenire chirurgicamente. Questi sono solo alcuni piccoli esempi di storie raccontate nel libro che, tra l’altro, ha avuto un enorme successo.

Per maggiori informazioni o per leggere l’introduzione al libro vi rimandiamo alla pagina ufficiale di Amazon: “Il cervello anarchico” Edizione utet

 

Categorie Ricerche

Lascia un commento