Come realizzare il barattolo della calma col metodo Montessori

barattolo-calma

Quando il bambino comincia ad affermare la sua personalità e il suo carattere, si iniziano a presentare anche i primi capricci. Ma anche la gestione di litigi tra i bambini piccoli, ed i momenti di nervosismo o di crisi, in cui si ha difficoltà a ripristinare la calma, sono momenti difficili da gestire.

Come affrontare questi momenti? Può aiutare un gioco che si ispira al Metodo Maria Montessori: il barattolo della calma. Il barattolo della calma è un oggetto semplicissimo da realizzare, un oggetto che, con la sua bellezza e magia, riesce a catturare la completa attenzione del bambino. A differenza di altri giochi che, possono essere belli e piacevoli, il barattolo della calma è diverso: ha lo straordinario potere di catturare l’attenzione e di infondere calma.

Per realizzare il barattolo della calma col metodo Montessori è necessario procurarsi un barattolo di vetro trasparente, o una bottiglia, munito di tappo, della colla glitter, paillettes e brillantini.

Come si realizza il barattolo della calma?

In una ciotola si miscela molto bene la colla glitter con poca acqua calda, si aggiungono i brillantini o le paillettes e si travasa nella bottiglia. E’ importante che il barattolo sia chiuso perfettamente e che non sia riempito in maniera eccessiva.

Se si desidera, si può colorare l’acqua utilizzando dei coloranti alimentari che si trovano in vendita sia nei negozi dedicati alla pasticceria che nei supermercati; invece, la colla glitter si acquista in cartoleria e i brillantini e le paillettes nelle rivendite del fai da te o del decoupage.

Per realizzare il barattolo della calma col metodo Montessori è anche possibile sostituire l’acqua con del sapone trasparente, come per esempio quelle impiegato per le mani o per i piatti.

A cosa serve il barattolo della calma?

L’educatrice, la mamma o chiunque sia ad usare questo metodo, al fine di poter trarre utilità, prende il barattolo ed invita il bambino a sedersi, dicendogli che vuole mostrargli qualcosa di speciale.  Lo agita, poi glielo porge dolcemente.

Il bambino è ovviamente attratto dal luccichio e dal movimento delle paillettes e rimane incantato a guardarle mentre si depositano sul fondo del barattolo.  Quasi sempre il bambino avrà voglia di scuotere nuovamente il barattolo e di osservare ancora e ancora.  In genere dopo due o tre volte il capriccio è dimenticato e il bambino torna a sorridere e calmarsi.  Il barattolo della calma è un metodo semplice, ma davvero tanto efficace.

Il barattolo della calma può essere usato tutte le volte che i bambini appaiono irrequieti, stressati o innervositi perché il movimento dei brillantini ed i loro colori riescono ad attirare la loro attenzione, facendoli tranquillizzare.

Questo magico oggetto può essere molto utile anche quando gli adulti vogliono ottenere l’attenzione di un bambino che piange o che appare distratto e svogliato. Basta scuoterlo per vedere muoversi, e poi depositarsi sul fondo, una miriade di allegre paillettes.

Il barattolo della calma realizzato con il metodo Montessori prevede che vengano predilette le tonalità del blu che infonde serenità allontanando le tensioni. Un’alternativa al barattolo di vetro è rappresentata dai contenitori di plastica perché più resistenti, soprattutto nel caso dovessero cadere; è possibile riciclare bottiglie di plastica di bevande e detersivi, anche colorate.

Per arricchire, in maniera economica, il barattolo della calma si possono unire piccoli punti luce, brillantini e perline colorate come, ad esempio, quelle adoperate comunemente per realizzare bijou.

Categorie Ricerche

Lascia un commento