Come sgonfiare la pancia

Perché si ha la “pancia gonfia”? Il gonfiore addominale spesso non ha nulla a che vedere con l’eccesso di peso. Anche le persone snelle e in linea con il proprio peso forma possono soffrire di questo disagio. A volte è una questione di stress o sintomo della sindrome premestruale. Spesso nasce da problemi di irregolarità intestinale, causati da uno stile di vita poco adeguato e da cattive abitudini alimentari.

Come sgonfiare la pancia. La prevenzione
Ecco qualche buona regola per prevenire, attenuare e in molti casi risolvere il gonfiore della pancia.
Innanzitutto controlliamo lo stile di vita. Per prevenire il gonfiore addominale è buona regola fare esercizio fisico iniziando al  mattino con esercizi di stretching e qualche sessione di esercizi per i muscoli addominali, utili anche per risvegliare l’intestino pigro; è bene comunque tenere sotto controllo lo stress: ansia e ritmi frenetici non fanno bene “alla pancia”. Limitare il fumo: i danni sono noti e in più fumare favorisce l’aerofagia.

Come sgonfiare la pancia. L’alimentazione.
A tavola è buona norma mangiare stando seduti, masticando bene e lentamente per favorire la digestione; da evitare pranzi e cene consumati in modo frugale. I pasti devono essere regolari. Ai pasti principali, colazione, pranzo cena, abbiniamo un paio di spuntini a base di frutta. L’ideale è consumare nell’arco della giornata 5 porzioni tra frutta e verdure. Un consiglio: frutta e verdure cotte favoriscono la funzionalità intestinale.
Beviamo molta acqua, fondamentale per l’idratazione dell’organismo: un abbondante bicchiere d’acqua alla mattina e manteniamo l’idratazione per tutta la giornata.
Attenzione: bisognerebbe evitare di bere troppa acqua durante i pasti.
Consumiamo cibi freschi, evitiamo il consumo di cibi lievitati (come pane e pizza). Da privilegiare una cucina semplice e facilmente digeribile. Via libera a cereali, riso e pasta integrali, yogurt alla mattina a stomaco vuoto.

Come sgonfiare la pancia con le erbe
Ci sono tantissime tisane al 100% naturali che aiutano a sgonfiare  pancia ed addome, quindi recatevi in erboristeria e fatevi consigliare una tisana adatta al vostro tipo di problema. E’ consigliabile assumere tutti i giorni, più volte nell’arco delle 24 ore, una tisana d’ortica assieme ad acqua minerale ricca di potassio e magnesio ma povera di sodio

Come sgonfiare la pancia. Da evitare
Gli alimenti da evitare per sgonfiare la pancia sono: tutti gli alimenti zuccherini: dolci, frutta come banane, uva, cachi. La frutta zuccherina, in particolare, si può anche assumere, purché non più di una o due volte alla settimana e lontano dai pasti. Ci sono poi una serie di alimenti che provocano una certa portata d’ aria nel nostro stomaco, come le gomme da masticare. Se hai l’ abitudine di masticare molto chewin gum, sappi che la masticazione contribuisce a fare entrare nello stomaco grandi quantità d’aria.

Le bevande gassate sono un nemico della pancia gonfia, proprio perché contengono gas come anidride carbonica, di cui invece dovresti sbarazzarti per sgonfiare la pancia. Anche i fritti sono deleteri per questo disturbo, meglio circoscriverli ad occasioni isolate. Da evitare per un certo periodo i cibi integrali e tutte le verdure come broccoli, cavoli, verze e cipolle, che introducono aria nello stomaco e favoriscono i gas intestinali.  Ridurre la presenza di pane, pasta e prodotti lievitati dalla nostra dieta.
Non assumere frutta dopo i pasti: a causa della ritardata digestione provoca fermentazione.
E’ anche importante ridurre il consumo di caffé, gli alcolici e le bibite troppo zuccherate in genere. Non esageriamo con il latte. Evitiamo il consumo di insaccati e cibi conservati. Non andare mai a dormire subito dopo aver mangiato

Quando sentiamo tensione addominale è buona regola assumere fermenti lattici. Fanno bene all’intestino perché ripristinano e mantengono in equilibrio la flora batterica intestinale. Infine, se con questi accorgimenti il problema del gonfiore addominale dovesse persistere o cronicizzarsi, è consigliata una visita medica dallo specialista per indagare le cause mediche del gonfiore della pancia.