Non riesci a eliminare la pancia? Ecco i 10 motivi del fallimento

fallimento dieta
Eliminare la pancia non è un’impresa semplice soprattutto se vengono trascurati dei fattori che fanno vanificare tutti i nostri sforzi! Per prima cosa bisognerebbe capire la causa dell”eccesso di grasso addominale: oltre a causa della sedentarietà la pancia può essere causata da malattie cardiache, diabete di tipo 2, insulino-resistenza, problemi ormonali, fattori genetici ecc. Se la dieta e l’esercizio fisico non hanno portato a buoni risultati, può essere che il grasso alla pancia sia determinato da una delle cause che trovate di seguito.

Fallimento dieta, allenamento sbagliato

Gli allenamenti cardiovascolari eseguiti in maniera regolare come camminate la corsa, il tennis, il nuoto, il tennis ecc. sono efficaci nella perdita di peso tuttavia, potrebbero non essere sufficienti; in questo senso sarebbe necessario associare l’allenamento cardiovascolare con i pesi. L’allenamento di forza aumenta la massa muscolare, che di conseguenza porta il corpo a bruciare più grasso, dato che il muscolo brucia più calorie del grasso. A tal proposito la regola ideale è quella di alternare un giorno di cardio con un giorno di pesi, così da rinforzare la zona core per sostenere meglio i muscoli addominali.

Fallimento dieta, esercizi sbagliati

Riguardo ai muscoli dell’addome, è bene precisare che eseguire gli addominali non significa che faccia perdere peso alla pancia. Anzi, vi è grasso concentrato  sull’addome si possono eseguire tutti gli addominali che vogliamo ma quel grasso non sparirà mai. Per eliminare il grasso alla pancia bisogna eseguire esercizi funzionali che interessano in particolare i muscoli della zona core, schiena, bacino, e obliqui. Questi esercizi utilizzano più muscoli, pertanto vi è maggiore possibilità di bruciare calorie. Tra gli esercizi funzionali più efficaci possiamo citare il plank: rafforza molto il busto e in questo modo si attivano oltre i muscoli del core, anche delle braccia, delle gambe e dei glutei.

Fallimento dieta, allenamento poco impegnativo

Per sbarazzarsi del grasso alla pancia occorrono allenamenti in grado di mettere a dura prova il proprio corpo. In uno studio pubblicato sulla rivista Medicine and Science in Sports and Exercise, le persono che avevano eseguito e portato a termine un regime di allenamento ad alta intensità hanno eliminato più grasso alla pancia rispetto a coloro che avevano condotto un piano d’allenamento a bassa intensità. In effetti, gli esercizi a bassa intensità non hanno determinato cambiamenti tangibili in tutti i soggetti sottoposti allo studio. Questo significa che bisogna allenarsi alla massima intensità dato che l’obiettivo finale è quello di bruciare più calorie possibili, e l’esercizio fisico ad alta intensità comporta proprio questo.

Fallimento dieta, troppi alimenti trasformati

I cereali raffinati come quelli impiegati per fare la farina bianca  comportano la possibilità di infiammazioni nel corpo; è il caso del pane bianco, dei cracker e in generali di tutti quei prodotti da forno ottenuti dalle farine bianche; dicasi la stessa cosa per lo zucchero raffinato, per le bevande zuccherate e/o aromatizzate e per i dolci preconfezionati.  Poichè il grasso all’addome è associato anche all’eccesso di infiammazioni, significa che ingerire troppi alimenti trasformati inibiranno di sicuro  la propria capacità di diminuire il grasso accumulato sulla pancia. Gli alimenti naturali come frutta, verdura e cereali integrali contengono moltissimi antiossidanti; questi possiedono elevate proprietà anti-infiammatorie pertanto possono contribuire a impedire l’eccessiva formazione di grasso viscerale. In sintesi è necessario ridurre o meglio escludere prodotti raffinati e ricchi di additivi alimentari e privilegiare alimenti genuini come quelli vegetali, meglio se biologici.
grasso

Fallimento dieta, grassi sbagliati

Nell’alimentazione abbiamo grassi e grassi, e il nostro corpo necessita di grassi buoni. Alimentarsi con grassi saturi  comporta l’aumento del grasso viscerale, invece i grassi monoinsaturi (è il caso per esempio dell’ olio) e alcuni grassi polinsaturi (soprattutto gli omega-3 che riscontriamo in frutta secca, semi di girasole, e pesci grassi quali salmone e sgombro) hanno proprietà antiinfiammatorie. Questi ultimi grassi sono innocui se impiegati moderatamente e anzi possono migliorare la salute dell’organismo grazie alle loro proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. E’ bene sottolineare che mangiare grassi di qualsiasi tipo aumenta l’apporto calorico comportando di conseguenza l’aumento di peso, pertanto è meglio consumarlicon moderazione, all’interno di una dieta equilibrata.

Fallimento dieta, stress

Non tutti sanno che il troppo stress può comportare conseguenze negative per la propria salute psico-fisica. Lo stress può incidere in maniera tangibile anche sulla perdita di peso: le persone stressate infatti sono maggiormente predisposte a una dieta sbagliata. Tuttavia il problema non si limita al maggiore consumo  di alimenti poco salutari; con lo stress purtroppo si alzano i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress), che può comportare di conseguenza all’aumento del grasso corporeo, in particolare alla pancia. La soluzione migliore per alleviare i livelli di stress è fare yoga: oltre a rilassare corpo e mente, aiuta a tenersi in forma fisicamente. In ogni caso è fondamentale individuare la fonte primaria che provoca stress per eliminarlo: in questo senso sarebbe opportuno qualche terapia dallo psicoanalista.

Fallimento dieta, poco sonno

Ogni individuo necessita  di almeno setto-otto ore di sonno a notte; al di sotto di questi parametri possono esserci conseguenze negative per il nostro organismo. Un adeguato riposo è necessario non solo perché durante il sonno il nostro corpo brucia calorie, ma anche perché dormire quanto è dovuto ci fa stare più svegli e attivi durante il giorno, e questo favorisce il corretto funzionamento di tutto l’organismo.

Fallimento dieta, invecchiamento

Con l’avanzare dell’età diventa più complicato eliminare il grasso di troppo; sia negli uomini sia nelle donne il metabolismo basale rallenta. Da non trascurare poi  che le donne vanno in menopausa. Le donne tendono ad ingrassare dopo la menopausa, e il grasso si accumula proprio sul ventre; in menopausa, la produzione di ormoni estrogeni e progesterone rallenta e nel frattempo, anche i livelli di testosterone iniziano a scendere.  In questa fase è necessario seguire uno stile di vita sano associando un’alimentazione equilibrata a una regolare attività fisica.

Fallimento dieta, PCOS

Nelle donne possono verificarsi condizioni in cui i livelli di testosterone sono troppo alti, tale situazione può verificarsi con la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS); in questo caso si avrebbe una grossa difficoltà nel perdere peso. A tal proposito è necessario  consultare uno specialista, anche perché è probabile che ci sia anche un problema di diabete o ipertensione.

Fallimento dieta, corpo a forma di mela

Quando si accumulano i chili di troppo intorno alla vita piuttosto che ai fianchi e alle cosce, ci troviamo con corpo a forma di mela. Purtroppo questa predisposizione genetica comporta maggiore difficoltà nel perdere peso all’addome; è fondamentale essere pazienti, seguendo con costanza uno stile di vita sano, con regolare attività fisica, e una dieta equilibrata. Con il tempo sarà possibile eliminare il grasso viscerale.

I commenti sono chiusi.

Impostazioni privacy