Google e i suoi palloncini solari ad alta quota

google-project-loon

Google sta lanciando una rete di palloncini a energia solare ad alta quota, si tratta di aeromobili in grado di trasmettere segnali WiFi nelle aree più difficili da raggiungere con la classica rete. Solo un mese fa Google ha comprato turbine eoliche volanti e ora passa al solare volante!

Il progetto si chiama Loon e mira a colmare, in pare, il digital divide che caratterizza il web: più di due terzi del Mondo non ha accesso a una connessione internet. I palloncini solari di Google forniscono Hot spot wireless anche se non si tratta di conessione a banda larga.

Più che “palloncini” quelli del progetto Loon sembrano piccolo mongolfiere bianche. Le mongolfiere fluttuano nella stratosfera, più alte di quanto facciano gli aerei, e, trasportate da correnti eoliche naturali, forniscono connettività wireless in una zona di circa 40 km di diametro. La connessione offerta dai palloncini google è alimentata da energia solare e ha una velocità paragonabile a quella offerta da copertura 3G.

Ogni palloncino è alimentato attraverso una serie di pannelli solari ad alta efficienza: i pannelli necessitano solo di un’esposizione solare di 4 ore per garantire una ricarica completa. L’energia solare viene stoccata in accumulatori ricaricabili capaci di erogare elettricità durante le ore di buio.

project-loon-rising-1-e1371574326868

La comunicazione “mongolfiera-mongolfiera” tra “mongolfiera-base” avviene attraverso delle antenne che sfruttano una determinata radiofrequenza. Il progetto Loon è già in fase sperimentale: Google ha lanciato 30 palloncini solari su un’isola a Sud della Nuova Zelanda. La connessione è sfruttata da un gruppo chiuso di persone ma ben presto Google potrebbe ampliare il suo pubblico.

Lascia un commento