Manutenzione lavatrice, come farla da solo

manutenzione lavatrice pulizia
Manutenzione lavatrice: tutte le istruzioni per svolgerla in piena autonomia

La manutenzione lavatrice è fondamentale per garantire bassi consumi ed efficienza per ogni lavaggio. Una lavatrice ben tenuta restituisce bucato profumato e non dà problemi a lungo termine.

Che si tratti di un elettrodomestico LG, Miele, Samsung, Whirlpool o Candy, il migliore alleato della manutenzione lavatrice è il Manuale Utente. Sono certa, però, che dopo un po’ dell’acquisto l’hai gettato via! Allora come fare per reperirlo? Con il numero di serie.

Dove trovare il numero di serie della lavatrice? Apri l’oblò della lavatrice o vedi sul retro dell’elettrodomestico: noterai il numero seriale. Grazie a quel numero di serie puoi risalire al manuale utente direttamente sul sito del produttore (lectrolux, Whirlpool, Miele, Candy…). In questo modo, riuscirei ad avere le indicazioni ufficiali per la manutenzione della lavatrice! Se ti annoi, niente paura: qui troverai i consigli per una corretta manutenzione!

Manutenzione lavatrice

Quando si parla di manutenzione lavatrice l’aspetto più importante è spesso quello più sottovalutato: la pulizia dell’elettrodomestico. Ciò significa che dovrai pulire la lavatrice periodicamente e mantenere pulite tutte le sue componenti quali:

  • Vaschetta del detersivo
  • Guarnizioni interne (dove si annidano i cattivi odori della lavatrice)
  • Sportello o oblò
  • Tubo di scarico
  • Cestello
  • Tubo di scarico di emergenza (so che non sai dov’è!)
  • Coprifiltro (vedi immagine sotto)
  • Filtro pompa

In più, tutti i produttori di lavatrici raccomandano di tenere l’elettrodomestico in piano. Usa una livella e fai la regolazione dei piedini della lavatrice così da tenerla perfettamente in piano. Una lavatrice posta in pendenza può dare problemi di cattivi odori, filtro intasato, accumuli di detersivo e intensificare il problema del calcare.

Le altre buone norme sono atte a mantenere integro il cestello: se il cestello della lavatrice è arrugginito sono guai per il tuo bucato. Per evitare problemi di ruggine, dovrai mettere in una retina di lavaggio giacche, reggiseni e qualsiasi capo d’abbigliamento con bottoni metallici o spilli. Il cestello della lavatrice è in metallo e il contatto tra la sua superficie e il ferretto di un reggiseno, può essere drammatico.

Come togliere il calcare dalla lavatrice

Tra la buona manutenzione lavatrice è necessario prevenire l’accumulo di calcare nel filtro, nel cestello e in ogni comparto di questo elettrodomestico. Il peggior nemico delle lavatrici è proprio il calcare.

Il calcare aumenta anche i consumi di corrente degli elettrodomestici. Non lo sapevi? La lavatrice ha una resistenza elettrica che usa per riscaldare l’acqua. Il calcare si deposita proprio sulla resistenza elettrica e crea uno strato termoisolante che tarda il riscaldamento dell’acqua. Così, la tua lavatrice vorrà più corrente elettrica per fare i lavaggi ad alte temperature.

Per questo motivo, se non hai mai sostituito la resistenza della lavatrice, alla prossima opera di manutenzione straordinaria, fallo fare da un tecnico o fallo tu stesso. Nel frattempo, per evitare che il binomio calcare lavatrice possa diventare deleterio ti consiglio di:

  • Usare un disincrostante specifico a cadenza periodica (almeno una volta a mese se la tua acqua è piena di calcare)
  • Inserire, insieme al detersivo, un dolcificante per acqua dura. Il dolcificante per acqua dura va messo nel carrello del detersivo, nel comparto di lavaggio principale (il primo a sinistra, in genere indicato con II).

Un ottimo disincrostante per risolvere il problema del calcare nella lavatrice è il Clean&Care Box. E’ prodotto dalla Electrolux ma è perfetto per tutte le lavatrici. Una confezione ti durerà 10 mesi facendo un lavaggio al mese.

Eliminare i calcare con il disincrostante

Puoi contattare l’assistenza Electrolux, andare nei negozi di elettrodomestici o sfruttando la compravendita online. Su Amazon, una confezione si compra con 11,92 euro e spese di spedizione gratuite. Per tutte le info sul prodotto ti invito a visitare la pagina ufficiale Amazon disincrostante anticalcare per lavatrici:Clean&Care Box

Come usare il disincrostante? Basta un lavaggio a vuoto a freddo, inserendo la bustina direttamente nel cestello della lavatrice da pulire. Questa semplice operazione ti aiuterà ad abbassare il consumo lavatrice.

Gli addolcitori chimici per acqua, purtroppo, in Italia sono poco diffusi e sarebbe anche difficili dosarli senza sapere l’effettiva durezza dell’acqua del proprio rubinetto. In alternativa si può usare dell’acido citrico in polvere.

Cosa fare se la lavatrice non scalda acqua

Se la lavatrice non scalda acqua probabilmente è proprio un problema alla resistenza. Prova a usare il disincrostante e se la lavatrice non scalda acqua anche dopo il lavaggio a vuoto, dovrai sostituire la resistenza.

Manutenzione lavatrice: lavaggio a vuoto per eliminare il cattivo odore

Se non hai particolari problemi di calcare e non vuoi usare un disincrostante, puoi fare un lavaggio a vuoto sfruttando rimedi naturali per eliminare gli odori, disinfettare il cestello e pulire le guarnizioni.

Il lavaggio a vuoto è raccomandato a cadenza mensile. Ti basterà fare un lavaggio (anche a freddo) mettendo nel cassetto del detersivo due bicchieri di aceto. L’aceto ha proprietà disinfettanti ed è un blando anticalcare. In più, l’aceto è perfetto in caso di lavatrice che puzza. Elimina i cattivi odori sia se il cestello puzza sia se i cattivi odori arrivano dallo scarico del filtro.

Ottime proprietà antiodore, e quindi perfetto per eliminare i cattivi odori dal cestello della lavatrice, è l’acido citrico. L’acido citrico riesce a eliminare il calcare (anche se in modo blando) e si trova naturalmente nel limone. Purtroppo nella tua lavatrice non puoi metterci materiale biologico (altri componenti del succo di limone potrebbero causare ruggine) quindi se opti per questo rimedio naturale, dovrai comprare dell’acido citrico puro. Su Amazon, mezzo kg di acido citrico in polvere si compra al prezzo di 6,85 euro con spese di spedizione comprese. Per tutte le informazioni, anche questa volta, puoi rifarti alla pagina del venditore Amazon: Nortembio Acido Citrico. Se usi un detersivo naturale, puoi aggiungerne un cucchiaino raso a ogni lavaggio.

N.B.: tra i rimedi naturali è sconsigliato l’uso del bicarbonato di sodio perché, seppure ottimo per eliminare il cattivo odoro nelle lavatrici, può intensificare i depositi di calcare.

Come pulire la lavatrice

Il disincrostante ti aiuta a pulire qualsiasi componente delle lavatrici, anche quelli più interni come la resistenza che fa fatica a riscaldare l’acqua. L’aceto e l’acido citrico sono disinfettanti e si comportano come ottimi “pulisci lavatrici” naturali… All’appello, però, mancano ancora le guarnizioni.

Con i rimedi visti, anche le guarnizioni della lavatrice risulteranno pulite, tuttavia dovresti imparare a limitare l’uso di detersivo. Sai che il cattivo odore lavatrice è spesso legato ai residui di detersivo? Il detersivo puzza. E’ reso profumato con l’aggiunta di fragranze artificiali volatili, volatili significa che si volatilizzano nell’aria in più o meno tempo. Quindi, dopo un po’, il detersivo che hai usato perde i suoi odori e rivela la sua fetida natura… ecco la puzza. I residui si annidano nelle guarnizioni, nelle tubature e non rendono efficienti i lavaggi.

manutenzione lavatrice
Con la freccia rossa è indicato il coprifiltro, aprendo questo pannellino potrai pulire il filtro della lavatrice e controllare il tubo di scarico di emergenza. Operazioni che fanno parte della manutenzione straordinaria: se la lavatrice perde acqua da sotto oppure se la lavatrice si blocca durante il lavaggio.

Per questo motivo, quando aggiungi un detersivo al cassetto, diluiscilo sempre prima con acqua. Un detersivo diluito sarà gestito in modo più efficace nel lavaggio.

Per esempio, compri un detersivo concentrato o uno tradizionale, leggi che devi dosare un tappo per 5 kg di bucato. Dosa il tappo in un flacone da mezzo litro, agita bene e aggiungi nel cassettino il detersivo già diluito in acqua. Non eccedere mai con le dosi e se puoi, usa un detersivo ecologico o un detersivo fatto in casa.

Manutenzione lavatrice rotta

Se si tratta di una lavatrice rotta, parliamo di manutenzione straordinaria.

Già sai che se la lavatrice non scalda l’acqua il problema è collegato alla resistenza, che dovrai tentare con il disincrostante o smontare la resistenza per pulirla meccanicamente o sostituirla. Una resistenza nuova costa circa 20 euro, il problema è che la resistenza si trova sotto al cestello. Per smontare la resistenza dovrai prima smontare diverse altre componenti quinti ti consiglio di chiamare un tecnico e cercare di strappare un buon prezzo.

Per altri problemi ricorrenti, ti consiglio di leggere le guide:

Se la lavatrice si blocca durante il lavaggio le cause possono essere due: la lavatrice non riscalda l’acqua oppure non scarica. Se la lavatrice non scarica, quasi sicuramente, hai il filtro intasato o il tubo di scarico otturato. Quindi significa che non ti sei occupato di eseguire una corretta manutenzione ordinaria. Provvedi pulendo il filtro.

Lavatrice perde acqua

Un altro intervento di riparazione lavatrice che puoi fare con il fai da te si configura in questa frequente problematica: la lavatrice che perde acqua!

Se la lavatrice perde acqua e non sai cosa fare, niente paura. La lavatrice può perdere acqua dal cassetto, da sotto e dallo sportello del filtro.

Se la lavatrice perde acqua da sotto o dal filtro, fai la verifica più semplice: smonta lo sportello del filtro e controlla il tubo di scarico di emergenza. Se è staccato, riponilo nel suo alloggio o avvita il tappo.

Nel caso in cui la lavatrice perde acqua anche quando è spenta, chiudi la chiave dell’acqua e contatta l’assistenza, il problema è l’elettrovalvola e la riparazione non è semplice.

Categorie Guide

Lascia un commento