Pane raffermo, come utilizzarlo

pane raffermo
Come riutilizzare il pane raffermo ed evitare gli sprechi!

Il pane raffermo? Per molte persone… è un bel problema!

D’altronde, nessuno usa il pane raffermo per prepararsi un bel panino con la mortadella. E nessuno userebbe il pane raffermo per preparare la merenda ai propri figli.

Insomma, un alimento che – pur ancora valido sotto il profilo nutrizionale – è ben lontano dal prodotto appena sfornato. Con la conseguenza che, purtroppo, viene spesso destinato alla spazzatura.

Ma è possibile riutilizzare il pane raffermo? Dobbiamo proprio gettarlo, o possiamo dar lui una nuova vita, a volte inattesa?

Noi siamo convinti che il pane non debba mai essere buttato (ne abbiamo parlato proprio qualche giorno fa, quando abbiamo compreso come conservare il pane) e, per questo motivo, vogliamo condividere con te qualche suggerimento di pratico utilizzo!

Pangrattato

Il primo consiglio che vogliamo darti è quello più semplice. Prendi il pane raffermo, taglialo a fettine e trituralo: otterrai dell’ottimo pangrattato a costo zero, senza doverlo acquistare al supermercato.

Se non hai una trituratrice, puoi cercare di ottenere un risultato simile con l’uso di una grattugia: ti costerà un po’ di fatica (e fai attenzione alle dita!) ma l’obiettivo sarà comunque raggiunto.

Un piccolo suggerimento: prima di usare il pane raffermo per fare del pan grattato, assicurati che sia sufficientemente duro. In questo modo riuscirai a triturarlo con maggiore facilità.

Prendi il pangrattato che hai così ottenuto, mettilo in una busta di plastica per due giorni prima di utilizzarlo, e fanne buon uso!

Crostini

Hai presente i crostini che puoi usare su zuppe, vellutate, minestre o insalate?

Ebbene, puoi ricrearli facilmente a casa tua usando proprio il pane raffermo.

Farli è davvero semplicissimo! Prendi del pane duro e dell’olio di oliva. Quindi, taglia il pane a fette spesse, e poi a quadretti delle dimensioni che preferisci.

A questo punto puoi metterli in forno e dar loro una deliziosa doratura, oppure friggerli. In questo secondo caso, mettili in una padella con dell’olio di oliva e, a tuo gusto, eventuali spezie come il timo o l’origano.

Quando i crostini sono belli dorati, toglili dal fuoco e usa della carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.

pane raffermo
Tanti modi per poter usare il pane non più di giornata.

Tartine

Un altro metodo davvero gustoso per poter cercare di riutilizzare il pane raffermo è quello di farne delle tartine. Un ottimo modo per poter dare una nuova vita al pane raffermo è infatti creare stuzzichini da usare per i pranzi, le cene o le occasioni speciali, in cui hai bisogno di dare sfoggio della tua creatività.

Ma come fare? Come probabilmente stai già pensando… è davvero semplicissimo!

Prendi il pane raffermo e taglialo a fette sottili. Ora, tostale per qualche minuto mettendole nel forno con un po’ di olio, di pepe e di origano. Una volta che saranno sufficientemente dorate e croccanti, metti il condimento che desideri.

Lasciale raffreddare un po’ e poi servile: siamo sicuri che allieteranno i palati dei tuoi commensali, e che ti verrà voglia di sperimentare tantissime varianti!

Frittelle

Hai mai avuto modo di assaggiare delle frittelle di pane? Si tratta di un alimento davvero gustoso, graditissimo ai più piccoli e sufficientemente sfizioso per poter attirare i gusti dei più grandicelli.

Ma come puoi preparare delle frittelle con il pane raffermo?

Se vuoi seguire una ricetta che non tradirà ogni aspettativa, procurati non solamente del pane raffermo, quanto anche un uovo, dello zucchero, dell’olio di semi di girasole e del pane.

In primo luogo, prendi il pane, taglialo a fette e inzuppa le fettine di pane raffermo nel latte.

Quindi, sbatti un uovo e, con il risultato, passate le fettine di pane su entrambi i lati.

Prendi le fettine di pane raffermo che hai trattato con latte e uovo, e friggile in una padella con un goccio di olio di semi di girasole.

Falle raffreddare un po’, se ti va cospargile di zucchero e servile!

Come hai avuto modo di vedere, le idee per poter riutilizzare del pane raffermo sono davvero numerosissime.

Quel che ti consigliamo di fare è cercare di capire come puoi sfruttarle a tuo piacimento, nella ferma convinzione che NON devi assolutamente gettare il pane nella spazzatura.

Questo prezioso alimento può infatti essere utilizzato ancora per tanto tempo dopo il giorno in cui viene sfornato e, se proprio non ti viene alcuna idea sul modo con cui dare una nuova vita al pane non di giornata, abbi almeno cura di metterlo in freezer: potrai scongelarlo al momento del bisogno, senza dover necessariamente ricorrere ad un acquisto quotidiano.

Nei prossimi giorni cercheremo anche di comprendere come fare delle deliziose ricette con il pane raffermo.

Ti consigliamo pertanto di non perderci di vista e seguire i nostri aggiornamenti: scoprirai come riutilizzare il pane di giornata in tantissimi modi, contenendo gli sprechi e contribuendo ad alleviare il tuo portafoglio da spese inutili!

Lascia un commento