Pasta sfoglia fatta in casa: ricetta veloce!

Pasta sfoglia fatta in casa

Fare la pasta sfoglia fatta in casa? È semplice, veloce, ti saranno sufficienti pochi ingredienti e, soprattutto, ti darà tantissima soddisfazione!

Naturalmente, se non hai mai fatto la pasta sfoglia fatta in casa veloce, è ben possibile che tu possa sperimentare qualche difficoltà o qualche perplessità man mano che procedi con il compimento delle operazioni di preparazione.

Nessuna paura: siamo qui per poterti permettere di realizzare la migliore pasta sfoglia per dolci o per altri utilizzi. Noterai fin da subito che il gusto e la fragranza sarà indubbiamente più gradevole di quella che puoi comprare al supermercato e… non ne potrai più fare a meno!

Leggi anche: Come farcire la piadina: vegetariana, al tonno, al salmone e tanto altro!

Ingredienti pasta sfoglia fatta in casa

Come sempre abbiamo l’abitudine di fare, cominciamo con esaminare quali sono i necessari ingredienti della pasta sfoglia fatta in casa.

Procurati:

  • 125 grammi di farina 00;
  • 150 grammi di burro (suddividila in due piccoli panetti da 25 grammi e 125 grammi);
  • 65 ml di acqua a temperatura ambiente;
  • 3 grammi di sale.

Una volta che hai recuperato tutti gli ingredienti di cui hai bisogno, ritagliati un bel po’ di tempo. Fare una buona pasta sfoglia fatta in casa richiede non solamente tanta passione, quanto anche diverse ore tra preparazione, cottura e riposo.

Dunque, soprattutto se è la tua prima volta, meglio non avere fretta: quale migliore occasione di una buona domenica in casa per potersi dedicare a questa ricetta?

Come fare la pasta sfoglia fatta in casa

Procurati gli ingredienti, entriamo nel vivo della preparazione di questa ricetta. Per fare la pasta sfoglia fatta in casa, parti dal panetti d burro più piccolo, quello da 25 grammi. Taglialo a pezzetti e lascialo  a temperatura ambiente per almeno 30 minuti. Quindi, versa il burro, la farina e il sale in un mixer, e fai frullare fino ad ottenere delle piccole briciole.

A questo punto aggiungi l’acqua nel mixer e frulla fino ad ottenere una pasta grumosa. Fai una palla con il composto che hai ottenuto, avvolgila nell’apposita pellicola trasparente per alimenti (serve a evitare che entri a contatto con l’aria) e mettila a riposare in frigorifero per almeno 2 ore.

Pasta fresca fatta in casa senza burro

Mentre aspetti che trascorrano le 2 ore di riposo della pasta, occupiamoci del burro. Prendi il panetto più grande, quello da 125 grammi, e ammorbidiscilo per una decina di minuti a temperatura ambiente, tra due foglie di carta forno, stendendolo con un mattarello.

Il tuo obiettivo dovrà essere quello di ottenere un quadrato di circa 10 cm, millimetro più, millimetro meno. È importante avere questa misura di “distesa” del burro, perché in tal modo ricaverai di conseguenza lo spessore desiderato. Riponilo quindi in frigorifero e lascialo riposare insieme alla pasta, per circa 2 ore.

Pasta sfoglia fatta in casa

E se non vuoi usare il burro e dunque vuoi realizzare una pasta fresca fatta in casa senza burro? In questo caso puoi usare degli ottimi sostituti, come la soia e il tofu, che trovi facilmente in commercio. Se poi preferisci, puoi anche usare dello yogurt bianco amaro: non aspettarti lo stesso risultato, ma avrai comunque una pasta più leggera, adatta magari a chi vuole preparare una torta salata.

Stendere la pasta fresca fatta in casa

Quando sono trascorse 2 ore dal riposo in frigorifero, infarina una spianatoia e stendi la pasta fresca fatta in casa.

Sempre al fine di ragionare in termini di grandezza e di spessore, dovresti avere cura di ottenere un quadrato di 20 centimetri per lato. Riponi al centro del quadrato di pasta il quadrato. Insomma, dovresti avere due quadrati sovrapposti, uno grande il doppio dell’altro.

Ripiega quindi tutti i lati del quadrato di pasta verso l’interno in maniera tale da avvolgere il burro. Abbi cura di chiudere bene tutti i lati, in maniera tale che il burro sia distribuito equamente su tutta la superficie. Fatto?

Ora infarina il panetto quadrato che hai appena ottenuto dalla sovrapposizione e dalla chiusura dell’impasto con il burro, e stendilo in maniera tale da ottenere un rettangolo dello spessore di circa 1,5 – 2 centimetri.

Immagina di dividere in tre parti uguali questo rettangolo, e piega le due parti più esterne verso l’interno. Ripiega ancora l’impasto in due, e avrai così terminato il primo giro di pasta.

Naturalmente, le tue fatiche non sono certo finite qui. Per poter ottenere una buona pasta fresca fatta in casa, devi infatti ripetere le stesse operazioni per almeno 4-5 volte. Prendi dunque il mattarello, stendi la pasta fino a ottenere di nuovo un rettangolo, poi suddividilo idealmente in tre, ripiegalo verso l’esterno,  e così via. Attenzione, però: tra un giro e l’altro fai riposare la pasta in frigorifero per almeno 10 minuti.

Ma quando si può mangiare o usare la pasta fresca che hai così realizzato a casa? Il nostro consiglio è che la pasta sfoglia prima di essere utilizzata riposi almeno 1 ora in frigorifero. Solamente dopo questo frangente temporale potrà cuocere in forno caldo a 200 – 220 gradi per circa 20 minuti se la preparazione che hai in mente di fare è di piccole dimensioni, o un po’ più di tempo per le torte.

Che ne pensi? Hai avuto modo di seguire la nostra ricetta? Che risultati hai ottenuto? Ci sono delle varianti che vuoi condividere con noi e con i nostri lettori?

Lascia un commento