Potatura agrumi: come potare limoni e arance

potatura agrumi

Tutto ciò che devi sapere sulla potatura degli agrumi

Vuoi sapere come effettuare una buona potatura degli agrumi? Hai finora cercato “potatura agrumi” online ma senza trovare informazioni semplici e concrete che ti possano aiutare in questo obiettivo?

Nessun timore! Siamo qui per poterti mostrare come procedere alla migliore potatura degli agrumi, come i limoni e le arance, senza commettere errori che potrebbero pregiudicare la buona salute della tua pianta. Istruzioni chiare e immediate, come quelle che trovi sulla potatura pomodori, che potrai applicare subito!

Leggi pertanto con attenzione i paragrafi che seguiranno: scoprirai come effettuare la giusta potatura agrumi, e come godere del frutto del tuo raccolto!

Potatura agrumi: perché farla e come farla

Prima di entrare nel vivo delle nostre indicazioni, ti invitiamo a tenere in considerazione che la potatura degli agrumi dovrebbe essere sempre delicata e leggera, e mai drastica.

Dunque, il tuo obiettivo di potatura agrumi dovrà essere quello di eliminare i rami danneggiati o spezzati, ma non agire in maniera troppo incisiva.

In altri termini, pensa alla tua azione di potatura come a una sorta di “ripulitura” dei rami, eliminando quelli secchi o quelli che si stanno intrecciando, impedendo la corretta circolazione di aria e luce all’interno della pianta.

Il secondo obiettivo che dovresti porti su come potare gli agrumi è quello dell’eliminazione dei c.d. “succhioni”. Si tratta di quei rami che crescono alla base del fusto, e che possono svilupparsi in maniera molto veloce andando a togliere il nutrimento e l’energia agli altri rami, quelli che dovrebbero darti i frutti.

Cosa ti serve per fare la potatura degli agrumi

L’operazione di potatura degli agrumi, salvo il caso in cui non sia particolarmente importante, potrà essere effettuata esclusivamente mediante l’utilizzo di cesoie e di tranciarami di piccole dimensioni.

A ciò aggiungi un piccolo ma importante budget per l’acquisto di guanti antitaglio e di sistemi di protezione del volto (degli occhiali appositi): ne varrà la pena per poter effettuare tale operazione più celermente e, soprattutto, ne beneficerai in sicurezza e serenità.

Nel far ciò, ti suggeriamo di evitare di acquistare dei prodotti di scadente qualità per come potare i limoni o, ancora peggio, utilizzare dei prodotti che non sono stati progettati appositamente per i lavori di giardinaggio (l’errore più grave: utilizzare per la potatura di agrumi delle comuni forbici da cucina…).

potatura agrumi

Guida per una potatura attenta e fruttuosa!

Quando fare la potatura degli agrumi

Ora che hai qualche indicazione in più sugli obiettivi della potatura e sull’occorrente che dovresti acquistare, possiamo cercare di capire quando fare la potatura degli agrumi.

Anche se il mondo degli agrumi è piuttosto vario, è pur vero che in genere tutte le specie che sono classificabili come tali hanno caratteristiche simili e, dunque, simili sono anche le modalità di intervento.

In particolare, il periodo migliore per la potatura agrumi è quello che va dagli inizi della stagione primaverile alla metà dell’estate, sebbene sia comunque possibile procedere tra la fioritura di un anno e quella dell’anno successivo, con la sola eccezione dei periodi più freddi, come l’autunno e l’inverno.

Il perché di quanto sopra è facile da intuire: nelle stagioni fredde gli alberi entrano in una condizione vegetativa, e dunque lo stress della potatura andrebbe a creare solamente dei danni alla pianta, e nessun beneficio.

Nel tenere a mente il calendario sopra tracciato, occorre naturalmente integrare tali considerazioni con quelle del territorio geografico in cui si vive: per esempio, grazie a un clima più favorevole, la potatura nel Meridione potrà essere effettuata anche nell’estate più inoltrata.

Come si potano gli agrumi

Introdotto quanto precede, entriamo nel vivo delle nostre indicazioni. Prendi delle cesoie ben affilate, o delle forbici specifiche per il giardinaggio, ed effettuate dei tagli netti e non sfilacciati ai rami secchi e a quelli spezzati.

Nel far ciò, ricorda che il taglio produce un piccolo stress alla pianta, e la espone al rischio di infezioni. Ti suggeriamo pertanto di procurarvi un disinfettante apposito per cesoie, e una “colla” che possa suturare la ferita: andrai ad applicare la prima sulle lame e la seconda sulla ferita generata, contenendo così il rischio che agenti patogeni possano attaccare la pianta nel suo punto debole.

Ora che sai anche questa piccola forma di cautela, cerca di decidere che tipo di potatura vuoi effettuare. Puoi  infatti procedere con una potatura di forma, andando a contenere lo sviluppo dell’albero e dare alla pianta il suo consueto aspetto globuloso, oppure agire con una potatura di produzione, che ha come obiettivo quello di accrescere lo sviluppo dei rami e, dunque, dei fiori e dei frutti.

Nel primo caso (potatura di forma), il tuo compito sarà quello di eliminare i rami secchi, malati, storti, intrecciati. Nel secondo caso (potatura di produzione), dovrai effettuare una potatura più mirata, andando a permettere alla luce e all’aria di penetrare nel folto della chioma, e favorendo la crescita, in tal modo, dei rami dai quali desideri che si generino i fiori e, quindi, i frutti.

Potatura agrumi in vaso

Una ultima considerazione che vogliamo condividere con te è quella della potatura degli agrumi in vaso. Contrariamente a quello che dovrai fare per le piante da giardino o da frutteto, la potatura delle piante di agrumi in vaso dovrà essere effettuata con grandissima delicatezza, omettendo quasi del tutto i tagli, e limitandoti pertanto a effettuare degli interventi leggeri, non concentrati in breve tempo.

In altri termini, limitati a eliminare i succhioni che crescono nella parte più bassa del tronco, ed occupati di effettuare una lieve potatura di forma. I successivi interventi dovranno essere effettuati ad anni alterni, con l’obiettivo di rimuovere solo i rami secchi e malati.

Nessun commento.

Lascia un commento