Zenzero: benefici, controindicazioni e usi in cucina

Zenzero benefici

Lo zenzero è una pianta erbacea perenne ricca di benefici e molto apprezzata in cucina per via del suo gusto unico. Conosciuto anche come ginger, lo Zingiber officinalis appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae di cui fa parte anche il cardamomo e la curcuma.

La pianta dello zenzero è originaria dell’Oriente, precisamente della Cina Meridionale. Questa pianta è formata da un rizoma carnoso e ramificato dove si trovano la maggior parte dei principi attivi. Oggi la radice è sfruttata e apprezzata in tutto il mondo sia in cucina che come rimedio naturale.

La parola “zenzero” ha un’origine molto antica. Deriva infatti dal sanscrito srngaveram e significa “radice cornuta”.

Benefici dello zenzero

Benefici zenzero

I benefici dello zenzero sono davvero numerosi e rendono questa radice un ottimo rimedio naturale. Si tratta di un eccellente antinfiammatorio e antiossidante che rende meno dannosi i radicali liberi. Grazie a questa proprietà lo zenzero è capace di ritardare l’invecchiamento cellulare.

Uno dei principali benefici di questo prodotto consiste nella sua capacità di proteggere lo stomaco in quanto stimola la produzione di mucina. È anche uno dei migliori rimedi per contrastare la nausea. In caso di reflusso gastrico è particolarmente utile perché riduce la produzione dei succhi gastrici.

Riduce poi il gonfiore addominale ed è quindi consigliato dopo i pasti abbondanti dal momento che promuove lo svuotamento gastrico. Possiede una grande capacità antinfiammatoria e riduce persino i sintomi dell’artrosi. Un altro buon motivo per consumare zenzero sta nel fatto che riduce il livello degli zuccheri nel sangue.

Le persone che desiderano perdere i chili di troppo dovrebbero consumare zenzero perché questo stimola il metabolismo e promuove la perdita di peso.

Valori nutrizionali

I valori nutrizionali per 100 grammi di zenzero fresco sono i seguenti:

  • 80 calorie
  • Carboidrati 17,7 grammi
  • Fibra 2 grammi
  • Proteine 1,8 grammi
  • Zuccheri 1,7 grammi
  • Grassi 0,7 grammi
  • Grassi saturi 0,2 grammi
  • Colesterolo 0 grammi

Leggi anche: Come si conserva lo zenzero

Controindicazioni dello zenzero

Controindicazioni zenzero

Prima di consumare lo zenzero è fondamentale conoscere le sue controindicazioni. Le donne in gravidanza oppure le donne che stanno allattando dovrebbero evitarne il consumo. Coloro che soffrono di allergia verso un qualche componente devono certamente non consumare questa radice.

È consigliabile non esagerare con la quantità di zenzero perché un eccesso causa di frequente ulcere e gastrite. I soggetti che assumono farmaci antinfiammatori dovrebbero fare attenzione e chiedere al proprio medico prima di consumare la radice. Chi assume farmaci antiaggreganti e anticoagulanti non dovrebbe consumare zenzero perché la radice possiede un effetto fluidificante dello zenzero.

Usi in cucina dello zenzeroUsi in cucina zenzero

Lo zenzero è molto apprezzato in cucina per via del suo gusto pungente. Si tratta di un prodotto versatile contenuto in numerosi piatti salati della cucina Orientale. La radice viene spesso sfruttata per insaporire piatti a base di verdure, carne o pesce.

La radice rappresenta anche uno degli ingredienti più utilizzati nelle realizzazione di centrifugati, tisane e tè. Viene impiegato anche per la preparazione di biscotti e dolci natalizi. Lo zenzero candito è usato per guarnire yogurt e gelati oppure si mangia da solo come snack.

Leggi anche: Come coltivare lo zenzero

Lascia un commento