Pulci del gatto, tutti i rimedi

pulci gatto rimedi

Pulci gatto: sintomi, rimedi per gattino piccolo, come riconoscerle ed eliminarle. Cosa fare in caso di pulci gatto sull’uomo, segni di morsi, dermatiti e come eliminare le pulci in casa.

Le pulci sui gatti rappresentano un problema con il quale gli amanti di questi animali domestici devono fare, presto o tardi, i conti. Le pulci, così come le zecche sui gatti, possono diventare pericolose non solo per gli amici a quattro zampe ma anche per la salute stessa dell’uomo.

Nulla però è senza rimedio: basta saperle riconoscere, intervenire in tempo e adottare una serie di comportamenti che aiutano a tenere le pulci lontane dai gattini. Soluzioni che ancora una volta arrivano dalla stessa natura: antipulci casalinghi e antipulci naturali sono davvero efficaci.

Pulci in casa e pulci del gatto sull’uomo

Conosciute scientificamente con il nome di Ctenocephalides felis, le pulci dei felini usano essenzialmente il gatto come ospite sul quale riprodursi. Se si pensa che ogni giorno una femmina di pulce riesce a deporre dalle quindici alle quaranta uova, si comprende bene che si è di fronte ad un problema da non sottovalutare. Ma c’è di più.

Di queste uova solo alcune restano ben aderenti al pelo dell’animale, le altre invece si depositano in casa (quello delle pulci in casa è un incubo che chi ha un animale domestico deve essere pronto ad affrontare).

uova di pulci

Immagine di uova di pulci poste su un dito umano, come è chiaro, le uova di pulce sono poccolissime e difficili da notare, soprattutto se poste nelle intercapedini di divano, tappeto o poltrona di casa.

Le pulci in casa si depositano nelle parti più nascoste continuando a proliferare: divani, tappeti, tappezzerie, crepe nei muri, intercapedini dei mobili… ogni luogo della casa può diventare il nascondiglio perfetto per le pulci. E’ per questo che eliminare le pulci dal gatto non significa necessariamente debellare le pulci dalla casa! Quando vi è un’infestazione in corso, soprattutto con le temperatura ottimali che consentono la schiusa delle uova, è davvero difficile fronteggiare questa problematica.

Normalmente le pulci sui gatti si trovano alla base del collo, sul dorso e sulla testa. Uno dei segnali più chiari per capire se il gatto è stato contagiato dalle pulci è il ripetuto grattarsi nell’arco della giornata. Tutti sono a rischio. Non solo i gatti che vivono in campagna o comunque all’aria aperta, ma anche i gatti che stanno a casa, magari in un appartamento in città… anche questi possono essere attaccati dalle pulci.

Come arrivano le pulci in casa?

Tramite l’uomo che può introdurre pulci in casa inconsapevolmente trasportando delle uova mediante le scarpe… tramite il gatto già infestato della vicina di casa o tramite i ragazzi. Purtroppo in alcune zone d’Italia, di tanto in tanto, scatta lo scandalo delle pulci nelle scuole. Anche i mezzi pubblici sono un rischio a causa del forte fenomeno del randagismo.

Per eliminare le pulci in casa e foto di morsi di pulci e come riconoscere le pulci sul pelo di cani e gatti, vi segnaliamo l’articolo dedicato “Eliminare pulci in casa“.

Le pulci del gatto possono attaccare l’uomo?

Purtroppo sì. In altri articoli di approfondimento abbiamo trattato il tema delle pulci sull’uomo analizzando come questi parassiti possono attaccare e nutrirsi anche del sangue umano. Chi cerca foto di morsi di pulce, vuole eliminare le pulci in casa e conoscere i rimedi per debellare le pulci dalla propria abitazione, può contare sulle nostre pagine di approfondimento.

Per eliminare le pulci in casa e foto di morsi di pulci e come riconoscere le pulci sul pelo di cani e gatti, vi segnaliamo l’articolo dedicato “Eliminare pulci“. L’articolo va integrato con altri rimedi e altre informazioni sul ciclo di vita delle pulci e su come distinguere le pulci dai pidocchi. Infatti, molto spesso, i pidocchi possono essere confusi con le pulci anche se ci sono grosse differenze tra questi due parassiti. Per altre informazioni vi invitiamo a leggere la pagina dedicata “Pulci sull’uomo“. In questo articolo continueremo a concentrarci sui rimedi pulci gatto.

Parassiti sui gatti: pulci o zecche?
Ecco come le differenze per riconoscerle

Pulci e zecche sono facilissimi da distinguere. Per imparare a riconoscere le pulci e discriminarle dalle zecche sul gatto o su un cane, vi basterà osservare le foto che abbiamo nel presente articolo. In particolare, la foto che segue mette a confronto una zecca nelle fasi del suo ciclo di vita con un pulce in forma di larva e da adulta. Come è chiaro, pulci e zecche sono due parassiti estremamente diversi tra loro.

pulci e zecche gatto

Differenza tra pulce e zecca femmina e zecca maschio

Pulci gatto, rimedi naturali

Così come spiegato per le pulci del cane, vedremo tutti i rimedi per allontanare ed eliminare le pulci del gatto.

Un antipulci casalingo blandamente efficace è senza dubbio la camomilla. Proprio così, la camomilla si presta benissimo come antipulci naturale ma mai quanto l’olio di neem.

Basta preparare un infuso di camomilla, lasciarlo intiepidire e aggiungere poche gocce di olio di neem; utilizzate della semplice ovatta imbevuta con l’infuso preparato e applicare quest’ultimo sulla pelle del gatto, soprattutto sulle zone critiche, ossia sul collo, sul dorso e sulla testa.

Anche gli agrumi possono essere utilizzati come antipulci casalingo. Semplice, naturale ed anche economico. Arancia, limone, il mandarino o il pompelmo andranno benissimo per realizzare un antipulci naturale capace di allontanare le pulci sui gattini di casa.

Si possono usare gli oli essenziali o realizzare dei preparati fai da te. Come fare un antipulci naturale a base di agrumi? Si mettete a bollire mezzo litro d’acqua a cui si aggiungono due agrumi tagliati a fettine; una volta arrivata a ebollizione si cuoce per un altro minuto per poi abbassare la fiamma al minimo, continuando a far bollire per un’ora avendo cura di non far evaporare tutta l’acqua.

Naturalmente prima di procedere con l’applicazione sul gatto è bene che il composto ottenuto sia ben freddo. Per facilitare l’applicazione lo si può travasare in un diffusore e spruzzarlo sul gatto prestando attenzione a che non vada negli occhi: non si tratta di un infuso aggressivo o irritante, ma il gatto non deve assolutamente spaventarsi, altrimenti potrebbe essere più difficile da trattare!

Con questo preparato si può anche disinfettare la casa dalla pulci, soprattutto i pavimenti e gli angoli. Tra i rimedi naturali non va mai dimenticato l’aceto: in particolare quello di mela, diluito con acqua si presta benissimo alla lotta contro le pulci e anche contro le zecche sui gatti spazzolando il pelo per bene con un panno umido.

Collare antipulci per gatti

E’ il dilemma di tutti i proprietari di gatti: esiste un collare antipulci naturale sicuro anche per i bambini? Sì, le alternative naturali esistono e sono anche molto efficaci, tuttavia si potrebbe optare anche per la soluzione collare fai da te per eliminare le pulci su gatti e gattini. I rimedi naturali sono ancora più indicati quando i gatti sono molto piccoli.

In commercio ne esistono diverse varianti, per ogni gusto e tasca. In verità la scelta è solo una: affidarsi a prodotti di qualità in grado di debellare le pulci e le zecche sui gatti una volta per tutte. Nella scelta del collare è fondamentale testare non solo il livello di efficacia antipulci ma anche il meccanismo di chiusura per evitare che il collare vada disperso o comunque sganciato. Il resto lo farà l’animale: sarà solo lui a decidere se vorrà avere il collare in base al suo carattere e indole personale. L’importante è non forzare l’animale domestico: per abituare un gatto al collare c’è da procedere per gradi, lasciandoglielo addosso per qualche distraendolo con coccole e carezze.

Collare antipulci fai da te per cani e gatti

Ancora qualche antipulci casalingo? SI! E si prepara una miscela di olio essenziale di eucalipto, lavanda e citronella, al 100% naturali. Ne bastano dieci gocce di ognuno da diluire in 20 ml di olio di neem. Combinate gli oli naturali in una ciotola dove lascerete in ammollo un vecchio foulard che poi sarà lasciato asciugare. Solo quando sarà asciutto, si può legare l’antipulci naturale al collo del gatto.

Olio di neem come antiparassitario

Abbiamo nominato più volte l’olio di neem per eliminare le pulci. Si tratta di un prodotto naturale ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Azadirachta Indica.

L’olio di neem è definito: “Un rimedio atossico per l’uomo, le piante e gli animali, un millenario insetticida naturale che ha cominciato ad essere usato anche da noi rivelandosi efficace nella lotta alle zanzare, sia come larvicida, (Ricerca Mariani – D’Andrea – ENEA), sia come repellente, perché gli insetti non ne sopportano l’odore.”  Quindi l’olio di neem non solo è un ottimo antiparassitario naturale, senza nessun tipo di composto artificiale aggiunto; Questo prodotto è definito il migliore repellente naturale in assoluto nei confronti di pulci, pappataci, zanzare a altre parassiti.

Per quanto riguarda le pulci, l’olio di neem risulta essere il prodotto fitoterapico naturale contro le infestazioni da pulci, perché capace di sterminarne non solo lo stadio adulto, ma anche le uova e le larve. Crea un effetto barriera sul pelo dell’animale e contemporaneamente lenisce, sfiamma e purifica la cute irritata dalle punture o dai morsi degli insetti. Dove comprare l’olio di Neem? Su Amazon o nei petshop più forniti.

Link utile: Olio di neem su Amazon, prezzo e prodotti

Pulci gatto sull’uomo, conseguenze

Le pulci fanno male. Tanto al gatto quanto all’uomo e per questo motivo va scongiurata la loro presenza sugli animali domestici. Al mondo esistono duemila specie di pulci e quelle più diffuse sono la pulce del cane e la pulce del gatto. Il trattamento delle pulci, siano esse del cane che del gatto, è identico: tutte le specie soffrono e possono morire se trattate con i medesimi prodotti.

La dermatite allergica da pulci è una evenienza abbastanza comune se si è attaccata dalle zecche dei gatti: eritema papulare, pomfi, orticaria, prurito, croste, piodermite superficiale, perdita di capelli o peli del corpo sono alcuni tra gli effetti sgradevoli che la cute umana può subire a seguito della infestazione, che in casi eccezionali può determinare anche una condizione di anemia sideropenica, una riduzione dei globuli rossi conseguente all’effetto parassitario delle pulci.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Tecnologia-Ambiente.it.

Nessun commento.

Lascia un commento