Cambiamento climatico: livelli del mare estremi sempre più frequenti

livelli del mare

L’innalzamento dei livelli del mare preoccupa in maniera davvero seria gli esperti. Il nuovo rapporto IPCC sul cambiamento climatico ad esempio ha definito irreversibile l’aumento del livello dei mari.

Nell’arco di qualche migliaio di anni quindi la situazione diventerà davvero insostenibile in quanto gli oceani saranno aumentati in modo incredibile. Questo chiaramente potrebbe migliorare nel caso in cui si riesca a bloccare il surriscaldamento globale.

Livelli del mare estremi: un problema serio

problema

Secondo gli esperti però ci sarà anche un altro problema tutt’altro che secondario. Pere infatti che i livelli estremi del mare aumenteranno sempre di più indipendentemente dal cambiamento climatico. I picchi di altezza delle acqui infatti si verificano per via di una combinazione di fattori quali surriscaldamento globale, ma anche tempeste, maree e onde molto alte. Questo provoca delle inondazioni e degli allagamenti nelle zone vicino alla costa e di conseguenza mettono in pericolo gli ecosistemi costieri.

Nel futuro quindi i livelli estremi del mare saranno sempre più frequenti per colpa del riscaldamento globale. Il fatto che tali episodi estremi diventeranno comuni non è affatto una bella notizia in quanto provocano danni davvero importanti. Tali episodi si verificheranno anche ogni anno in alcune zone della Terra.

Secondo un recente studio pubblicato su Nature Climate Change, pare infatti che tali avvenimenti non saranno più sporadici ma frequenti. Nello studio sono state mappate 7.000 località costiere differenti che si trovano in tutto il mondo. Per ottenere dati importanti si è tenuto conto del livello di rischio in base a vari scenari di aumento globale delle temperature. L’aumento di cui si è tenuto conto è quello all’interno dell’intervallo che va dai +1,5°C ai +5°C.

I risultati dello studio

studio

Secondo quanto emerso dallo studio, pare che l’aumento dei livelli estremi del mare ci sarà anche in caso di aumento contenuto delle temperature. Questi eventi estremi quindi non avverranno solamente nel caso in cui il surriscaldamento globale risulti molto elevato. Anche solo con un aumento della temperatura globale di 1,5°C infatti le inondazioni diventeranno più frequenti di oggi.

I cambiamenti in questione non avverranno tra molti secoli, infatti già alla fine di questo secolo ci saranno numerose località del Pianeta che dovranno farvi i conti. Tali cambiamenti quindi saranno affrontati tra non molto tempo e quindi è il caso di iniziare a dargli l’importanza che meritano.

Molte località del mondo infatti subiranno entro il 2070 un aumento di 100 volte degli eventi estremi. Mancano quindi poche decine di anni prima che il problemi diventi reale.

Lascia un commento