Dieta Sorrentino: menu settimanale

dieta sorrentino
Che cos’è la dieta Sorrentino e perchè tutti ne parlano.

Hai mai sentito parlare della Dieta Sorrentino? Forse si, soprattutto se hai l’abitudine di guardare alcune trasmissioni televisive pomeridiane, che hanno spesso intervistato il professor Nicola Sorrentino, specialista in Scienza dell’alimentazione dietetica e docente all’Istituto di idrologia medica dell’Università di Pavia.

E, forse, non è nemmeno un caso che la ricerca di “Dieta Sorrentino: menu settimanale” su Google sia sempre particolarmente ambita!

Se pertanto vuoi saperne di più sulla Dieta Sorrentino, e vuoi sapere che cosa potresti mangiare per perdere peso in modo sostenibile, ti invitiamo a leggere oltre… non prima di aver condiviso con te una piccola avvertenza.

Il nostro suggerimento – che vale per questa dieta e per tutti gli altri regimi alimentari che potresti voler sperimentare! – è quello di parlarne prima con il tuo medico di riferimento.

Tieni a mente che seguire delle diete fai-da-te è spesso deleterio per il tuo stato di salute, e non è raro che tu possa andare incontro a molti più problemi che benefici.

Meglio pertanto leggere, informarsi e… poi parlarne con il proprio medico, meglio ancora se specialista in scienze dell’alimentazione. Leggi inoltre i nostri approfondimenti su come superare la dipendenza dal cibo per iniziare una dieta, e che cos’è la dieta alcalina.

Dieta Sorrentino: quanto si perde?

Una delle domande che i lettori si pongono più frequentemente è quanto si possa perdere con la Dieta Sorrentino.

In realtà, non è certo possibile compiere una stima precisa, considerato che non dipenderà solamente dal rispetto attento o meno delle indicazioni, quanto anche da altri fattori.

Per esempio:

  • non esiste un’unica Dieta Sorrentino, ma diversi regimi alimenti proposti da questo specialista. In questo caso ci occuperemo soprattutto della c.d. “dieta dell’acqua”, una delle ultime “arrivate”;
  • molto dipenderà da come ritieni di voler aderire a questa dieta, in maniera più o meno rigorosa rispetto ai principi presentati;
  • un ruolo fondamentale è svolto dall’attività fisica, che dovrà essere moderata ma costante.

Detto ciò, chi ha seguito la Dieta Sorrentino ritiene che si possa perdere fino a una taglia in meno in un mese. Sarà vero?

Dieta Sorrentino: come funziona

Come abbiamo già rammentato nelle righe che precedono, un ruolo fondamentale nella Dieta Sorrentino è svolto dall’acqua.

Lo specialista consiglia infatti di bere otto bicchieri da distribuire nell’intero arco della giornata, partendo da prima della colazione e poi proseguendo durante tutti i momenti principali del giorno, come il pranzo, gli spuntini, le cene.

Il perché è semplice. Non solo l’acqua può contribuire alla giusta idratazione nel proprio corpo, ma può anche consentire – se assunta prima dei pasti – di raggiungere più rapidamente il senso di sazietà, attivando il meccanismo metabolico della termogenesi e, dunque, aiutando il dimagrimento.

Ma di cosa si tratta?

Il tasso metabolico è la velocità alla quale le calorie vengono bruciate dal nostro corpo per poter produrre energia.

Uno studio condotto 15 anni fa aveva già scoperto che bere due bicchieri d’acqua (circa mezzo litro) a una temperatura ambiente (circa 22 gradi) può incrementare del 30% il tasso metabolico negli uomini e nelle donne coinvolte nello studio.

In particolare, l’aumento inizia già 10 minuti dopo aver bevuto i bicchieri d’acqua, per poi raggiungere il picco a distanza di 30 minuti. In questo arco temporale, infatti, il nostro corpo brucia energie per portare l’acqua dalla temperatura ambiente (22 gradi) alla temperatura corporea (37 gradi).

Schema Dieta Sorrentino

A ben vedere, le regole dello schema Dieta Sorrentino iniziano proprio da qualche suggerimento di buon senso.

Oltre la rispetto delle indicazioni che a breve cercheremo di riassumere è infatti importante:

effettuare un’attività fisica costante, che sia ponderata sulla base delle vostre possibilità e del vostro stato di salute, ma sia comunque frequente;

ricordarsi di bere durante i pasti e anche prima dei pasti.

Detto ciò, il libro di Nicola Sorrentino con lo schema di dieta per 30 giorni, mostra ricette e indicazioni precise da seguire, con diverse raccomandazioni per non rendere troppo sfibrante e monotona la propria dieta.

Colazione Dieta Sorrentino

La giornata può iniziare con caffè o tè, un bicchiere di latte di soia o uno yogurt magro, 30 grammi di cereali integrali o 2 fette biscottate.

Metà mattina Dieta Sorrentino

Nella Dieta Sorrentino rivestono specifica importanza anche gli spuntini, ovvero gli intermezzi tra i pasti principali.

A metà mattina può esser d’aiuto una spremuta di agrumi, che vi permetterà anche di fare il pieno di vitamine, o 25 pistacchi o 15 mandorle.

Pranzo Dieta Sorrentino

Si arriva così al pranzo, che potrà essere arricchito da un buon piatto di minestrone (senza legumi) e 2 patate lesse, da alternare con verdure e pesce cotti e crudi.

Metà pomeriggio Dieta Sorrentino

Arriviamo così a metà pomeriggio, con 3 noci, o 1 yogurt magro, o 1 quadretto di cioccolato nero fondente.

Cena Dieta Sorrentino

Per la cena l’alimento che viene maggiormente raccomandato è la pasta (a vostra scelta), condita con un buon sugo leggero e un po’ di parmigiano (un cucchiaino). A seguire, un frutto a vostro piacere.

Per quanto concerne le bevande, oltre agli 8 bicchieri di acqua è ammesso anche un bicchiere di vino o di birra.

Acqua Dieta Sorrentino

A proposito di acqua, concludiamo ricordando che la dieta ammetta anche non solamente acqua naturale, quanto anche frizzante, soprattutto se vuoi accompagnarla con piatti saporiti.

Categorie Diete

Lascia un commento