Vuoi portare il cane a mare? Ecco tutte le info

Running Dog

Chi vuole portare il cane a mare potrebbe andare incontro a diversi dubbi, oggi proviamo a dare risposte soddisfacenti alle vostre faq.
posso portare il cane a mare?
-si può portare il cane in spiaggia?
-cani in spiaggia, cosa dice la legge?
-se porto il cane in una spiaggia mi fanno una multa?
-dove portare il cane a mare?
-il cane può fare il bagno a mare?
-se il cane beve acqua di mare?

Posso portare il cane a mare – si può portare il cane in spiaggia?

Sì, è possibile portare il cane a mare sia in spiagge “libere”, sia in lidi ben attrezzati. Prima di entrare in spiaggia con il cane, bisognerà assicurarsi che non vi sia presente un cartello di divieto per il vostro amico a quattro zampe. Ricordate, in assenza del cartello di divieto, il bagnino, gestore o chi per lui, non avrà alcun diritto di cacciarvi……. Ricordatevi, però, la prossima volta di portare i vostri soldi altrove: sarà il gestore a perdere un cliente e in Italia sono molte le cosiddette spiagge pet-friendly.

Portare cane a mare

Cani in spiaggia, cosa dice la legge?
Come spesso avviene in Italia, non vi è una normativa snella e capace di disciplinare i 200 km di costa italiana. Per poter vietare l’accesso dei cani in spiaggia la legge prevede l’esistenza dei seguenti elementi:

  • Ordinanza del Comune o della Capitaneria di Porto di divieto
  • Nell’ordinanza occorre indicare la motivazione del divieto, la durata nel tempo
  • Ordinanza firmata dal Sindaco o da altro delegato a farlo o dal Comandante della Capitaneria
  • Pubblicazione presso gli albi pretori dei comuni e dell’albo della capitaneria
  • I cartelli indicanti il divieto devono riportare il relativo numero dell’ordinanza con la scadenza

Se porto il cane a mare mi fanno la multa?
A non rispettare la legge che disciplina l’accesso in spiaggia del cane, non sono tanto gli utenti che vogliono solo andare al mare con il cane, ma sono i gestori o gli stessi lidi pubblici. In particolare se si accede ad una spiaggia libera può accadere che siano violati uno o più degli elementi elencati, spesso vi è un cartello di divieto non regolare o addirittura il cartello non c’è affatto!

cane al mare

Qualora ciò dovesse accadere, non ci sono i presupposti per dover allontanare il cane dalla spiaggia e, qualora richiesto dal bagnino, potete stare tranquilli, non ha alcun potere: solo la capitaneria di porto o i vigili urbani autorizzati dal sindaco, possono invitarvi ad abbandonare la vostra postazione. Nessuno però può farvi una multa se il cartello di divieto è assente o non in regola come descritto nei punti del paragrafo “cani in spiaggia, cosa dice la legge“. Se vi venisse fatta una multa questa sarebbe impugnabile direttamente presso il giudice di pace competente.

Dove portare il cane in spiaggia al mare?
In Italia, il numero delle spiagge per cani cresce di estate in estate. Lo scorso anno vi abbiamo segnalato le spiagge che avevano dichiarato esplicitamente la loro propensione verso l’utenza con amici a quattro zampe, vi rimandiamo quindi all’articolo “L’elenco delle spiagge per cani“. Tra le spiagge dog-friendly vi sono alcuni esempi di eccellenza che predispongono aree attrezzate per lo svago del cane, per questo vi segnaliamo “La classifica delle migliori spiagge per cani e gatti“.

Per le domande “Il cane può fare il bagno al mare” o “portare il cane a mare fa bene?” vi rimandiamo al nostro approfondimento intitolato “Portare il cane in spiaggia, come comportarsi“.

Se andate al mare col vostro amico a quattro zampe, vi consigliamo di fare attenzione a non fargli bere acqua di mare: e se il cane beve l’acqua di mare? 

13 commenti su “Vuoi portare il cane a mare? Ecco tutte le info”

  1. ho portato il mio cagnolino in spiaggia tutte le mattine dalle sette alle otto di mattina dove si divertiva come un pazzo sia incontrando altri cani sia correndo e abbaiando alle onde. Sono stata in quel bellissimo posto che è Cervia, sull’ Adriatico.

    Rispondi
    • Siamo in procinto di andare al mare in calabria “scalea” presso un lido. Abbiamo una barboncino tot, il gestore del lido ci comunica che c’è divieto di accesso ai cani. Possibile che anche con un barboncino esiste il divieto? Aspetto una risposta grazie.

      Rispondi
  2. A Capo d’Orlando (ME) sono stato multato perchè avevo il mio chihuahua che dormiva dentro la sua borsa sotto l’ombrellone e senza che ci fosse alcun cartello di divieto. VERGOGNA

    Rispondi
    • puoi denunciare chi ti ha fatto la multa anche perché se non v i era un cartellone specifico quello che hai subito è un abuso di potere e al tuo posto chiederei anche i danni all’agente che ti ha fatto la multa ….per quanto riguarda il commento di paolo gli consiglio vivamente un bagno dove andare a C.g…e vedrai che dopo starai meglio …. 😉

      Rispondi
  3. Il comune di Capoliveri consente ai cani l’accesso a tutte le spiagge. Scrivo per quella signora che oggi ha allontanato in malo modo la mia piccola Lina dalla spiaggia di Zuccale

    Rispondi
  4. io sono stata in una spiagga a Salto di Fondi (nel comune di Fondi) vicino sperlonga.
    Ho il cane da poco e purtroppo non sono ancora pratica ma….

    nell’ordine:
    una signora mi ha rotto le scatole in spiaggia (e non c’erano cartelli di divieti) perchè nonostante avessi il cane sotto l’ombrellone e con il guinzaglio la sua nipotina aveva talmente paura (parliamo di un cucciolo di cocker spaniel) che voleva sempre che la nonna le tenesse la mano quindi per educazione ho dovuto portarlo a casa;
    sono andata a cena a Gaeta in un ristorante al quale avevo prima chiesto telefonicamente se accettava i cani e gentilemente sono stata collocata all’aperto come avevo chiesto.
    Un vicino di tavolo (premetto che c’erano numerosi tavoli liberi) ha fatto gran voce (praticamente una sceneggiata napoletana – con tutto il rispetto per i napoletani ma ho incontrato un vero cafone) dicendo che la sua “compagna” aveva la FOBIA dei cani . Anche qui il cane era legato al guinzagio, molto corto, stava zitto e non fiatava. Quindi sempre per educazione ho dovuto SPOSTARE IL CANE.
    terzo episodio: ormai costratta a portare il cane il spiaggia solo al mattino alle 09.00, che ho lasciato almeno un pò libero senza guingaglio in quanto c’erano veramente pochissime persone…. UNA SIGNORA ANCH’ESSA CON IL CANE mi ha redarguito PERCHE’ PORTAVO IL CANE SENZA GUINZAGLIO .
    Ora è vero che prima di partire non ho verificato il regolamento comunale qundi colpa mia ma sinceramente speravo nella tolleranza delle persone visto che comunque NON HO UN CANE FEROCE
    Quindi posso dire E CHE PALLE?

    CARO SALTO DI FONDI E TUTTA SPERLONGA COMPRESA ADDIO, non verrò mai più in una località tanto intollerante.

    Rispondi
    • Già..anche io spero nella tolleranza delle persone ma purtroppo ho esperienze più negative come le tue.ho un cucciolo di Labrador,ora ha un anno e mezzo e già da piccolo ho incontrato gente con fobie assurde.poi di un cucciolo di Labrador,magari forse rotwailer!!!ma non è il cane dal quale devono avere paura,devono avere paura della gente!..al ristorante poi se accettano i cani,va fan bagno..che cambiano loro il tavolo.se a te ti dice il cameriere dove accomodarti,scusa..fai anche tu un pochino menefreghista che anche a me al inizio mi dispiaceva ma bisogna farlo che gente si abitua che sono nostri amici migliori e che siamo nel 2015!e su questo non ci piove..un abbraccio e zampa dal mio cane

      Rispondi
    • Poi in spiaggia non ti dico…alle 8 del mattino siamo capitati in Toscana,in spiaggia che accettavano i cani..torniamo dal mare passando sulla passerella mezzo i ombrelloni e bagnino mi sgrida che mio cane non fa la strada giusta,cioè che non camina propio sulla passerella ma ogni tanto si fa stradina scendendo dalla passerella nella sabbia e chi è che deve mettere tutto di nuovo apposto???!!!!(nella sabbia rimanevano i segni delle zampe)..ho chiesto scusa e dentro di me lo avevo mandato in quel paese con grande sorriso..

      Rispondi
  5. Bei tempi quando, non secoli fa, tutti in campagna (e la maggioranza degli italiani lavorava in campagna) vivevano a strettissimo contatto con una grande varietà di animali. Si giocava con tutti i cuccioli: pulcini, agnellini, vitellini, maialini e via dicendo. Adesso viviamo nel terrore e non usiamo quei quattro neuroni che ancora ci rimangono (la moderna tecnologia, che sto usando in questo momento, ce li distrugge sistematicamente e ben ci sta!)

    Rispondi
  6. Ciao a tutti,
    ho una pitbullina di 6 mesi, dolcissima, quest’anno ho deciso di andare in Sicilia e mi sono presa la briga di chiamare il comandante dei vigili urbani di Scicli per informarmi. Purtroppo nonostante ci sia una norma nazionale che consente l’accesso ai cani sia alle spiagge che nei supermenrcati, negozi ecc ecc. i nostri politicanti per non scontentare nessuno e uscirsene come al solito puliti puliti, hanno demandato il placet finale alle singole municipalità con il risultato che conosciamo. Il comandante devo dire, gentilissimo, mi ha risposto confermandomi il divieto, ma io ho trovato nella struttura Marsasiclà la possibilità di accedere al lido con la piccolina al seguito.
    Per quanto riguarda i cretini e ignoranti che fanno storie quando ci troviamo al bar o al ristorante con il nostro cucciolo, ci dobbiamo comportare come facciamo con i fumatori…chi arriva prima resta al suo posto, chi arriva dopo se non gradisce si sposta.
    Ma con tutta la feccia umana della quale avere veramente paura, possibile che esistano ancora persone così ottuse da applicarsi su i cani, i cani “pericolosi” e i cani che secondo loro non lo sono…fatevi una risata…c’è una mia amica che afferma di avere paura dei pitbull e dei rottweiler e tutti gli altri? le auguro sempre di essere morsicata da un cocker…o che le rimanga attaccato alla gamba un jack russel.. Le persone non comprendono che un cane è sempre un cane, ma se il suo padrone è attento ed equilibrato nessun cane è pericoloso.

    Rispondi

Lascia un commento